Xiaomi Mi MIX: la recensione

0

Presentato in occasione dell’evento organizzato per Mi Note 2, Xiaomi Mi MIX è stata una vera sorpresa. Uno smartphone particolare, che ha suscitato stupore grazie all’assenza quasi totale delle cornici.

Confezione di vendita

La confezione di vendita di Xiaomi Mi MIX è da vero top gamma, elegante e rifinita con cura. Al suo interno troviamo un alimentatore 12V/1.5A, un cavo USB – USB Type-C, il pin per rimuovere il carrellino delle SIM, la solita manualistica in cinese ed una cover con interno in tessuto.

Costruzione

Il corpo di Xiaomi Mi MIX è realizzato interamente in ceramica e vetro. Il display, protetto da un Gorilla Glass sulla parte frontale, copre il 91,3% del dispositivo, consentendo di avere le dimensioni di uno dispositivo da 5.5 pollici. L’aspetto è stato curato dal noto designer francese Philippe Starck e ha richiesto, a detta del produttore, un lavoro di progettazione di ben 2 anni.

xiaomi-1

La ceramica, sebbene garantisca un’elevata resistenza ai graffi, dimostra una grande fragilità alle cadute. Inoltre, lo smartphone è impossibile da tenere in mano senza cover: troppo scivoloso, e le dimensioni importanti (158.8 x 81.9 x 7.9 mm) ed il peso elevato (209 grammi), non aiutano. La disposizione dei tasti è la classica di Xiaomi: tasto di accensione e il bilanciere del volume sono sulla destra, in alto il jack da 3,5 mm e due microfoni, sulla sinistra il carrellino per le due NanoSIM e sul basso il connettore è un USB Tye-C, circondato da due griglie – una per il microfono principale e l’altra per lo speaker di sistema.

Adottare un display senza bordi ha costretto Xiaomi a rivedere la posizione di alcuni componenti, come la fotocamera frontale, il sensore di prossimità e la capsula auricolare. Il sensore di prossimità è stato sostituito con una tecnologia a ultrasuoni per rilevare la posizione del viso; la capsula auricolare è sparita, rimpiazzata da una nuova tecnologia chiamata “cantilever piezoelectric ceramic acoustic”: Xiaomi Mi MIX converte l’energia elettrica in energia meccanica sfruttando una piccola lamella in ceramica inserita all’interno della scocca, la quale vibra e trasmette la vibrazione a tutto il telaio.

Il dispositivo è caratterizzato da un display da 6.4 pollici IPS fullHD. I colori sono buoni, con neri abbastanza intensi e bianchi ben calibrati. Il rapporto di 17:9 ha consentito a Xiaomi di inserire la barra di navigazione software su display, ma al contempo, nella riproduzione di contenuti multimediali, sono presenti due bande nere a causa del formato non supportato.

Hardware

La scheda tecnica è da top gamma. Xiaomi Mi MIX è previsto in due versioni: la prima con 4 GB di memoria LPDDR4 e 128 GB di spazio d’archiviazione UFS 2.0; la seconda – chiamata Mi MIX 18K – con 6 GB di RAM, 256 GB di spazio di archiviazione UFS 2.0 e una finitura in oro 18 carati attorno alla fotocamera posteriore ed al sensore biometrico per le impronte digitali. Il SoC scelto per questo smartphone è un Qualcomm Snapdragon 821, un quad-core dalla frequenza massima di 2,35 GHz, affiancato da un GPU Adreno 530. Connettività al completo, con LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 4.2, GPS ed NFC. Manca la banda 20. Veloce e preciso il lettore di impronte digitali, posto sul retro, sebbene non facile da trovare al primo colpo.

Fotocamera

La fotocamera posteriore è una OmniVision OV16880 da 16 megapixel. Xiaomi Mi Mix scatta foto da medio gamma – da segnalare l’assenza di stabilizzazione, sia ottica che digitale. Le foto sono discrete se le condizioni di luce sono ottimali, insufficienti con poca luce; inoltre la velocità di scatto non è fulminea. Per quanto riguarda la fotocamera frontale, essa è posizionata in basso a destra. Il sensore utilizzato è un OmniVision OV5675 da 5 mega-pixel – il 50% più piccolo rispetto a sensori simili. Anche in questo caso, non brilla per qualità. Per il resto, sempre ricca l’interfaccia grafica della MIUI, che permette di applicare filtri in tempo reale agli scatti e varie modalità d’uso.

Autonomia

Xiaomi Mi MIX integra una batteria da ben 4400 mAh che, grazie al display fullHD ed un processore non particolarmente energivoro, garantisce un’ottima autonomia. In una giornata intensa siamo riusciti a totalizzare circa 7 ore e mezza di display. Con un utilizzo particolarmente intenso, potrete arrivare comunque a fine giornata con della carica residua; con utilizzo moderato, anche due giorni. Da segnalare poi la presenza della tecnologia di ricarica rapida QuickCharge 3.0. L’alimentatore è un 12/9/5V – 50% in 20 minuti.

Software e prestazioni

Xiaomi Mi MIX è basato su Android 6.0.1 Marshmallow con interfaccia utente proprietaria MIUI 8. La UI è priva di drawer delle applicazioni e può essere personalizzata grazie al ricco negozio di temi. Attenzione alle notifiche: bisogna settare i vari permessi e abilitare l’autostart alle app di messaggistica per riceverne le notifiche regolarmente.

Installare il Play Store è semplice: recatevi nell’App Store di Xiaomi e scaricate l’installer cercando la parola chiave: Google. E’ possibile installare poi la ROM di Xiaomi.eu, seguendo la nostra guida:

Lithium Xiaomi Mi Mix rom Xiaomi.eu con Italiano e Play Store

Non manca poi la modalità Dual Apps, per avere due istanze di una stessa app, e Second Space per avere due utenti completamente distinti nello smartphone. Bene il browser di Xiaomi (che però non può aver Google come motore di ricerca predefinito) e anche le app multimediali in dotazione. Ricco il bloatware, facilmente eliminabile. Da segnalare la presenza della suite Office di Microsoft e Cortana. Xiaomi Mi MIX, grazie all’hardware da top gamma, garantisce un’ottima esperienza di utilizzo. Il sistema è sempre fluido, veloce, mai un’incertezza.

Conclusioni

Xiaomi Mi MIX è il prototipo dello smartphone del futuro? Probabilmente. Al momento è però un concept phone ben riuscito, non privo di difetti – vedi la fotocamera non al livello di un top gamma. Lo schermo è uno spettacolo per gli occhi, il sistema è sempre veloce e reattivo, l’autonomia è ottima. Ma non è uno smartphone adatto a tutti in quanto eccessivamente scivoloso e voluminoso.

Lo smartphone è disponibile all’acquisto nel nostro store, con 24 mesi di garanzia e spedizione espressa con consegna a domicilio.

Pro

  • Design innovativo
  • Prestazioni
  • Autonomia
  • MIUI 8

Contro

  • Fotocamera
  • Formato 17:9
  • Manca la banda a 800 MHz
  • Audio in chiamata basso e meccanico

Pagella

Batteria: 9
Display: 8.5
Fotocamera: 7.5
Prestazioni: 8.7
Software: 8.5
Design: 9.5

Totale: 8.6

Share.

About Author