Xiaomi apre 100 nuovi Mi Home Store in Cina

0

Xiaomi è stata per molti anni il primo produttore di smartphone Cina. Purtroppo, a causa di una strategia marketing non efficace, ha perso il primato in Patria.

Produttori come Huawei, OPPO e Vivo hanno superato Xiaomi affiancando alla vendite online un’ampia presenza “offline” all’interno delle grandi catene di distribuzione e store fisici. Ciò ha spinto Xiaomi, soprannominata la Apple della Cina, ad aprire 100 nuovi negozi fisici in Cina: i Mi Home Store.

Xiaomi ha già annunciato, lo scorso anno, di avere in programma l’apertura di 1000 negozi Mi in diverse città in Cina entro il 2020. Al fine di raggiungere tale obiettivo, il CEO della società Lei Jun ha rivelato, all’inizio di quest’anno, che la società avrebbe aperto più di 200 negozi quest’anno.

Allo stato attuale, i Mi Home Store si trovano nelle grandi città come Pechino, Guangzhou, Shenzhen, Nanjing, Chengdu, Hangzho, Wuhan, Zhuzhai, Zhengzhou, Changsha, Wuxi, Dongguan, Jinan, Dalian, Xiamen, Qingdao, Shenyang e molte altre. Tali store non si limitano a vendere i prodotti di Xiaomi, ma forniscono un’assistenza globale, con supporto tecnico e possibilità per il cliente di testare con mano i prodotti. Non solo smartphone, ma anche tablet, PC, Band, auricolari e prodotti per la casa come cuociriso, bilance, macchine per il caffè e molto altro ancora.

Share.

About Author