Sony Xperia C5 Ultra Recensione

7

Grossoshop Blog non è solo Grossoshop.net, le nostre priorità rimangono senza dubbio tutti i prodotti provenienti dalla Cina ma piano piano inseriremo recensioni e prove di prodotti “di marca”, il primo assaggio lo abbiamo avuto con lo scontro fra Meizu Pro 5 e Samsung Galaxy S6 Edge Plus ed oggi continueremo con un prodotto davvero molto interessante, Sony Xperia C5 Ultra, ringraziamo il nostro lettore Andrea C. per averci prestato il telefono ed avere condiviso con noi le sue impressioni.

Xperia C5 recensione

Leggi anche : Meizu Pro 5 Vs Samsung Galaxy S6 Edge Plus

Sony Xperia C5 Ultra è un phablet prodotto dalla casa nipponica a partire da Agosto 2015, il suo punto di forza è indubbiamente lo schermo, da ben 6 pollici borderless, il che ne fa un device non per tutti. Altro punto di forza, almeno per chi è interessato a questa feature, è la fotocamera anteriore da ben 13 megapixel e angolo di 22 mm, coadiuvata da un buon flash e che si affianca a quella posteriore, sempre da 13 megapixel ma con un angolo di 25 mm. Ma vediamo un po’ più nel dettaglio questo phablet iniziando con una scheda tecnica.

 
Sony Xperia C5 Ultra
Sistema Operativo Xperia UI
Android 5.0
Processore MediaTek MT6752 Octa-Core 1.7 GHz a 64 bit
RAM 2 GB
Memoria 16 GB
Display LCD IPS 6 Pollici Full HD 1920 x 1080
Fotocamera principale 13 Mpx  e Video Full HD
Fotocamera anteriore 13 Mpx e Video Full HD
Rete Cellulare GPRS, Edge, HSPDA, HSDPA,4G
Connessioni Wi-Fi a,b,g,n, ac
Bluetooth 4.1
GPS, Glonass
Batteria 3000mAh
Dimensioni 164.2 x 79.6 x 8.2 mm
Peso 187 grammi
Prezzo Circa 340€

Unboxing

Xperia C5 Ultra RecensioneLa confezione del C5 è decisamente spoglia. Aprendola si vede nella sua enormità il telefono, poggiato su uno strato di cartoncino che lo separa dal caricatore e dal cavo USB-microUSB, più qualche manualetto. Fine, non c’è traccia degli auricolari né di altra componentistica. Per essere un telefono che costa 340 euro, un paio di cuffie di discreto livello sarebbe state gradite. Non c’è nemmeno il cavo USB- OTG che Sony proponeva con alcuni suoi device, specialmente con la serie Z3.

Xperia C5 Ultra Recensione Xperia C5 Ultra RecensioneCostruzione e Materiali

Ciò che più colpisce del C5 Ultra a prima vista, a parte la grossa fotocamera anteriore, è la limitatezza dei bordi laterali, tanto che lo si può definire tranquillamente borderless (o, più correttamente, bezel-less) e ne fa un device oggettivamente bello da vedere. Non solo, anche il bordo inferiore è piuttosto contenuto, mentre lo è meno quello superiore dato che deve contenere il grosso sensore della fotocamera anteriore più il flash. Tuttavia, la grande ottimizzazione portata avanti da Sony su questo C5 poco può per nascondere le reali dimensioni di questo device, che dicono essere di 164.2 x 79.6 x 8.2 mm. Per fare un rapido confronto con un device “famoso”, il Galaxy Note 5, display da 5,7”, è di soli 3 mm più stretto (giusto per far capire come sia stata più che ottima la razionalizzazione dei bordi laterali di questo C5 Ultra), mezzo millimetro meno spesso e 11 mm meno lungo.

Xperia C5 Ultra RecensioneLo spessore del C5 Ultra, che sulla carta sembra importante seppur non eccessivo, è in realtà mascherato dal lavoro effettuato da Sony sul frame laterale, che è più sottile rispetto alla zona centrale, dando un’impressione di maggior sottigliezza. Tale frame è la parte più “pregiata” a livello di materiali del C5, essendo in alluminio satinato, molto bello sia alla vista che al tocco, anche se un po’ tendente a graffiarsi. In plastica invece la parte posteriore (non rimovibile), del tipo lucido, non molto appagante a livello visivo e anche il tocco rivela come non sia esattamente una delle plastiche migliori utilizzate in ambito di telefonia, senza contare che trattiene le ditate in maniera piuttosto importante e non offre un grip particolarmente elevato, anzi.

Xperia C5 Ultra RecensioneDavanti invece abbiamo un pannello di vetro, probabilmente Dragon Trail conoscendo la tradizione Sony. In alluminio anche i tasti laterali di accensione, del volume e il tasto fotocamera, che oltre a permettere lo scatto, attiva anche la fotocamera in qualunque situazione si trovi il telefono. Il tasto è a doppia corsa, e sebbene molto comodo per aprire la fotocamera, più probabilmente per scattare foto vi ritroverete a utilizzare il pulsante software, in quanto ha una corsa un po’ gommosa che tende a far muovere il telefono durante lo scatto, con conseguente micromosso nella foto. Il C5 Ultra inoltre ricordiamo che NON è impermeabile, in quanto non ha la certificazione IP68 o simili.

Dotazione Hardware

Xperia C5 Ultra è uno dei pochissimi smartphone di Sony ad utilizzare una piattaforma MediaTek e più precisamente è basato su un MT6752, un chip che abbiamo già imparato a conoscere sulle nostre pagine e capace di prestazioni davvero ottime.

Xperia C5 Ultra RecensioneMolto buono anche il resto delle caratteristiche con 2 GB di memoria RAM, 16 GB di memoria utente espandibile con Micro SD fino a 200 GB, un ampio display da 6″ Full HD, una fotocamera posteriore da 13 Megapixel ed una frontale altrettanto grande, il tutto è alimentato da una batteria da 3000 mAh.
Parlando di connettività il frame di alluminio nasconde sulla sinistra, dietro uno sportellino nel più classico dello stile Sony, una doppia porta, di cui una è per il carrellino delle due sim. Presente ovviamente una porta USB, posta nella parte inferiore e non coperta da sportellini, in formato micro USB 2.0 e che permette anche la connessione di chiavette mediante il supporto USB OTG. Oltre a questo, sono presenti le più svariate connessioni wireless, dal WiFi di tipo a/b/g/n/ac, all’NFC, Bluetooth e ovviamente la connessione LTE con velocità in download massima di 300 Mb/s.

Display

Semplicemente fenomenale. Sarà l’unione dell’ampio display da 6 pollici incastonato in cornici praticamente invisibili, ma il display dell’Ulta colpisce fin dalla prima accensione. La risoluzione è Full HD, quindi equilibrata per il processore ma comunque ottima, ciò che stupisce è la vividezza dei colori e l’ottimo angolo di visione. Presente inoltre la possibilità di migliorare il bilanciamento del bianco, personalmente sono andato a rendere il display un po’ più freddo rispetto alla calibrazione di Sony.

Xperia C5 Ultra RecensioneXperia C5 Ultra Recensione Xperia C5 Ultra Recensione
Ottimi i neri ed anche il sensore di luminosità pur non sparando eccessivamente la luminosità in ambienti molto illuminati. Ecco, un difetto del display dell’Ultra è proprio la luminosità massima, che è nella media e non eguaglia alcuni dei top Sony. Presenti, nelle opzioni Display, la possibilità di utilizzarlo coi guanti la cui presenza è comoda ma è efficace più che altro per dei tap “sporadici” e non certo per digitare a tutta velocità sulla tastiera, e la possibilità di migliorare la visualizzazione delle immagini, di cui parlerò dopo nella sezione software.

Software e UI

Ma veniamo, finalmente, alla parte interessante: come ha curato Sony il software per questo phablet da ben 6 pollici. Sony ha capito che un display da 6 pollici, per quanto possa essere incastonato in cornici ben ottimizzate, è praticamente impossibile da usare a una mano. Viene, ma solo parzialmente e poi spiegherò perché, in aiuto il software ideato da Sony, che presenta diverse azioni a una mano raggruppate in un tab delle impostazioni. La più intuitiva è sicuramente lo slide dall’angolo basso destro per diminuire la dimensione della diagonale di schermo visualizzato, che diventa di circa 4 pollici, gestibile poi a piacere fino a un massimo di circa 4,7-4,8 pollici.

Xperia C5 Ultra Recensione Xperia C5 Ultra Recensione photo_2015-11-11_22-34-59
Comodo, poi lo switch del tastierino numerico che, anche rimanendo di dimensioni normali, viene spostato sulla destra per essere più facilmente clickabile con la mano destra (o sinistra, se si è mancini), cosi come è molto comodo il richiamo della tendina delle notifiche con un doppio tap sul pulsante home. Vi sono poi altre chicche “minori”, come il posizionamento della sequenza di sblocco più sulla destra o sulla sinistra, o anche del risponditore, in maniera del tutto simile a quanto si vede col tastierino telefonico. Dicevo parzialmente, perché Sony pecca sulla disposizione della tastiera QWERTY. Quando non viene ridotto lo schermo, è infatti possibile ridurre la tastiera in maniera sempre simile al tastierino telefonico, tuttavia per attivare la funzione è necessario passare dalle impostazioni della tastiera e sono quindi necessari 3 tap (apertura tastierapulsante numeri in seconda funzionetap su impostazionitap su “Tastiera a una mano), rendendo il tutto molto macchinoso. Inoltre, a limitare comunque l’uso a una mano è la scivolosità della parte posteriore in plastica, che quindi non offre una buona ergonomia. Insomma, se volete questo device, ricordate che difficilmente lo potrete usare a una mano con facilità.

photo_2015-11-11_22-34-37 photo_2015-11-11_22-34-40 photo_2015-11-11_22-34-45
Per il resto, il software è il “solito” che troviamo sulla stragrande maggioranza dei Sony, basato su Android 5.0 (Sony ha annunciato che C5 Ultra, insieme ad altri device, salteranno il passaggio 5.1.1 per arrivare direttamente a marshmallow). Buona la fluidità, un po’ meno la reattività generale (capita di attendere quel mezzo secondo fra il tap sull’applicazione e l’apertura effettiva), cosa che già avevo visto sul mio Z3 Compact con android 5.0 e che poi era stata bypassata col successivo aggiornamento. A coaudiuvare il tutto, le ottime app multimediali di Sony che, pur non rispecchiando i fasti del passato dal punto di vista grafico (l’aggiornamento a lollipop ha fatto disastri da questo punto di vista), rimangono ottime per funzionalità e qualità generale. Album, ovvero la galleria di Sony, è eccezionale per fluidità e completezza, con la possibilità, oltre che vedere tutte le foto insieme o divise per cartelle, di mostare anche le foto degli album di Facebook o Flickr senza dover entrare nelle rispettive applicazioni. Sony inoltre offre due modalità di miglioramento delle immagini, il Bravia Engine 2 e la Super Vivid Mode. Tanto ottima la prima, quanto troppo sparaflashante la seconda, forse pensata da Sony per accontentare i “malati” di amoled, per cui consiglio di mantenere attivato il Bravia Engine che permette di far risaltare al meglio il fantastico display dell’Ultra nella visualizzazione delle foto ma anche dei video.

photo_2015-11-11_22-35-01 photo_2015-11-11_22-35-04 photo_2015-11-11_22-35-17
Come browser web abbiamo solamente Chrome, come da tradizione Sony degli ultimi anni. La navigazione è fluida e l’ampio display permette anche la visualizzazione di siti in modalità desktop senza troppa fatica. Consiglio inoltre, dato che il C5 ha 2 GB di RAM, di ampliare la memoria virtuale disponibile per Chrome, che migliora decisamente la piacevolezza di navigazione.
Una menzione particolare voglio farla per smart connect, applicazione che permette di gestire le connessione di dispositivi come cuffie o auricolari collegandoli direttamente a una o più azioni. Un esempio molto semplice è la connessione delle cuffie che porta all’apertura dell’app Musica e all’inizio della riproduzione musicale.

Multimedia e Fotocamera

Il C5 Ultra è stato probabilmente pensato da Sony per soddisfare un ottimo standard di multimedialità nella fascia media del mercato. C’è da dire che, se così fosse, Sony ha centrato appieno l’obiettivo donando al C5 oltre che un ottimo display, anche una eccellente parte audio. Pur non avendo la funzionalità di riduzione del rumore presente sui top di gamma, l’audio in cuffia è eccellente, molto elevato e piuttosto corposo specie se si ben agisce sull’equalizzatore incorporato nell’app Musica. Anche l’audio dagli altoparlanti è ottimo e, seppur non sia stereo, raggiunge un volume elevato senza riprodurre suoni gracchianti (a patto di utilizzare un buon file audio di partenza, chiaramente), pecca però nella corposità dei bassi, come peraltro quasi tutti gli altoparlanti esterni degli smartphone.

photo_2015-11-11_22-34-34
Passando al lettore musicale, abbiamo l’ex Walkman rinominato più banalmente Musica. Offre numerose possibilità di equalizzazione, un timer per la riproduzione musicale ottimo per chi ascolta musica prima di addormentarsi, e un collegamento rapido a Spotify (presente di serie negli smartphone Sony), una certosina possibilità di equalizzazione più una serie di ottimizzazioni software fra le quali spicca la ClearAudio+. Non è presente la possibilità di utilizzare cuffie a riduzione del rumore come nella serie Z.

photo_2015-11-11_22-35-08Il reparto fotografico è, sulla carta, un altro dei punti di forza del C5, soprattutto per quanto riguarda la cam anteriore, da 13 Mpixel, 22 mm di grandangolo e flash abbinato, a cui si aggiunge quella posteriore sempre da 13 Mpixel (ma da 25 mm di grandangolo, quindi un angolo un po’ più chiuso) e ovviamente sempre coadiuvata da flash. Sappiamo bene come spesso le fotocamere Sony si devono scontrare con un software non all’altezza, specie nella modalità Superior. Qua non si fa eccezione, e per ottenere i risultati migliori la cosa da fare è impostare la modalità manuale, anche lasciando successivamente tutto in automatico. Cosi facendo si ottengono dei risultati soddisfacenti per la camera posteriore, che difficilmente lasceranno delusi (specie guardando le foto dal display dell’Ultra, che oggettivamente migliora parecchio la visione), ed eccezionali per la camera frontale, siamo di fronte a una delle migliori cam frontali presenti sul mercato. Consiglio, nell’utilizzo della cam frontale, di disattivare l’opzione pelle morbida, che tende a esagerare sull’effetto “blur” nel risultato finale della foto, limando un po’ troppo i dettagli. Ok che non vogliamo far vedere i brufoli, ma forse Sony ha un po’ calcato la mano.

Xperia C5 Ultra Recensione

Ricezione e qualità telefonica

Nella media la ricezione, sotto a un mostro come Z3 Compact che ho utilizzato come metro di paragone. La qualità telefonica è invece ottima, potendo contare su un ottimo altoparlante interno, che permette un audio chiaro e nitido anche senza alzare completamente il volume, ma anche su un ottimo vivavoce, anche qui grazie a un altoparlante particolarmente potente.

Xperia C5 Ultra Recensione
Il tastierino telefonico potrebbe invece essere migliorato, se già Sony prendesse spunto dal suo stesso dialer di Kitkat sarebbe buona cosa. Esteticamente migliorabile, presenta all’apertura le chiamate recenti e non il tastierino, che invece deve essere richiamato premendo sull’icona, inoltre ha perso anche lo slide a destra o sinistra che permetteva di passare molto velocemente ai contatti, alle chiamate recenti o ai preferiti. Comoda la possibilità di avvicinare alla mano destra (o sinistra se mancini) il tastierino, in modo da riuscire a utilizzare i tasti con una mano.

Autonomia

La batteria da circa 3 Ah non è certo sovradimensionata per il telefono. Il software Sony è sì ben ottimizzato, ma se viene utilizzato molto il display inevitabilmente la batteria scende in maniera vistosa.

Xperia C5 Ultra Recensione
È strepitosa la durata in standby, pure con connessione dati attiva al posto del WiFi e con una ricezione non ottimale (campo nel quale ho provato il telefono). Una volta però che si utilizza il display la batteria tende a calare, garantendo comunque un uso intero se non si fa utilizzo di giochi pesanti in maniera continuata. In aiuto arrivano inoltre le ottime modalità Sony per il risparmio energetico, prima fra tutte la celebre modalità Stamina, che impedisce alle app di collegarsi alla rete quando il device è in standby, tuttavia permette all’utente di lasciare determinate app attive in modo da poter ricevere in tempo reale le notifiche. Nel mio uso, ho inserito la modalità stamina fin dal 100%, lasciando esclusa unicamente whatsapp. Il caricabatterie in dotazione ha un output di soli 850 mAh, per cui non aspettatevi dei tempi di ricarica rapidi.

Considerazioni Finali

Il C5 Ultra viene proposto, online, a circa 340 euro. Il prezzo di partenza è indubbiamente buono, anche se lo consiglierei più decisamente solo una volta sceso sotto la soglia psicologica dei 300 euro.

photo_2015-11-11_22-27-57 A quel prezzo difficilmente troverete un device di queste dimensioni tanto completo, a meno di non scandagliare nel mercato cinese. In ogni caso, utilizzare il C5 Ultra mi ha lasciato due considerazioni: la prima è che si tratta di un device decisamente ottimo per l’uso multimediale, pur peccando un po’ sul fronte batteria; ma display e qualità audio sono ai vertici e non di gamma media. La seconda è che, beh, mi ha ricordato perché amo cosi tanto la serie Compact di Sony: poter utilizzare il proprio telefono comodamente con una mano senza il timore che possa scivolare è di una comodità che reputo infinita. Ma questi sono gusti personali.

Ringraziamo ancora una volta Andrea C. per averci fornito tutto il materiale necessario per questa prova, potete vedere la sua video recensione al seguente link

 

Sony Xperia C5 Ultra

8.1 Phablet Borderless
  • Display 8.3
  • Costruzione/Design 8
  • Audio 8.8
  • Ricezione 7.9
  • Performance 7.8
  • Batteria 7.8
  • Multimedia/Fotocamera 8.2
  • Qualità/Prezzo 8
  • User Ratings (18 Votes) 6.1
Share.

About Author

  • guerz86

    Bel prodotto, peccato per le dimensioni … mamma mia enorme davvero.

    • Lorenzo Pozzi

      Perché enorme? Evidentemente lo acquista chi necessita di un phablet e non chi vuole un telefono da infilare nella camicia.

  • Antonio

    Le dimensioni della batteria non permettono di arrivare a fine giornata.
    Non ha 2GB di ram ma bensì 1,61 come si evince anche dalle immagini riportate.
    Non ha 16GB di memoria totale ma appena 16.
    Provengo da due hawei e posso dire che android 5.1 modellato da sony pecca in privacy e pubblicità nelle applicazioni…
    Io direi valutazione totale sotto il 7.

    • Lorenzo Pozzi

      Classica valutazione a spanne di chi giudica senza possedere…

      • Antonio

        L’ho comprato a 229 euro con sconto all’unieuro. Non lo avrei acquistato mai a 345 non li vale… Vengo da un G7 huawei e posso affermarti che il software è avanti anni luce…

        • Lorenzo Pozzi

          Mah…. È solo in Italia che non si apprezza questo terminale. Leggendo le prove e le recensioni francesi, inglesi e tedesche, a parte qualche critica sulla fotocamera (che condivido), lo si elogia come ottimo terminale di fascia media.

    • Francesco

      “Ram 1.61 GB”… NO COMMENT