Snapdragon 820 Vs Snapdragon 810

0

Parlando di Qualcomm e di quello che è successo nell’ultimo anno potremmo definirla con un termine preciso, “Da Top a Flop”, non è un mistero che l’intera lineup di processori presentati e venduti nel 2015 dalla casa Californiana siano stati delle piccole schifezze, con un unica eccezione nello Snapdragon 410, che faceva si schifetto ma non così tanto.

Da dove deriva il flop 2015 è presto detto, tutto il catalogo dei processori, tra cui il Top di gamma, aveva enormi problemi nella dissipazione del calore e questo si traduceva in prestazioni molto scarse rispetto agli standard a cui ci aveva abituato Qualcomm. Questo aiutò molto la concorrenza, MediaTek e Samsung in prima linea, che grazie a questi Flop riuscì a ritagliarsi un enorme spazio sia mediatico che in prodotti finiti.

Qualcomm-Snapdragon
Non staremo qui a parlare ancora delle solite cose, della progettazione sbagliata dello Snapdragon 810 e del processo produttivo inferiore alla concorrenza di Samsung, parleremo invece del presente che ha il nome di Snapdragon 820, e lo andremo a confrontare con il suo predecessore per vedere se Qualcomm ha saputo trarre vantaggio dagli errori commessi.

Snapdragon 810 Snapdragon 820
CPU Octa-Core big.LITTLE
4 Cortex A53 @ 1.5 GHz
4 Cortex A57 @ 2 GHz
Quad-Core big.LITTLE
2 Core Kryo @ 1.6 GHz
2 Core Kryo @ 2.2 GHz
GPU Adreno 430 Adreno 530
Processo
produttivo
20 nm HPm 14 nm FinFet+
Produttore TSMC Samsung
DSP Hexagon V56 Hexagon 680
Supporto
memoria
eMMC 5.0 Ufs 2.0
eMMC 5.1
RAM LPDDR4 @ 1600 MHz LPDDR4 @ 1866 MHz
Quick
Charge
2.0 3.0
LTE X10 X12

 

Vediamo fin da subito nella tabella come le novità fra 810 e 820 siano molte, ma come si traducono queste novità all’atto pratico?
Abbiamo testato 2 dispositivi con a bordo i suddetti processori e confrontato i punteggi dei benchmark relativi alla CPU e alla GPU, poi ripetuto i test dopo una sessione di mezz’ora di benchmark intensivi per capire se Snapdragon 820 dissipi il calore meglio di 810.

I 2 dispositivi analizzati sono i seguenti:

LeTV X800 

Letv X800 Recensione

 

Xiaomi Mi5

photo_2016-03-08_12-15-24

 

Abbiamo scelto LeTV X800 perchè è uno dei migliori Snapdragon 810 presenti al mondo, fin da subito si è sempre comportato benissimo nel tenere a bada il fornetto di Qualcomm mentre Xiaomi Mi5 è stata una scelta obbligata, non abbiamo infatti nessun altro dispositivo con a bordo Snapdragon 820, per di più la nostra versione di Mi5 è quella “monca” quindi senza 820 a piena potenza.

image

Questa è la situazione a freddo, Snapdragon 820 ha prestazioni del 34% superiori rispetto a quelle di Snapdragon 810, ricordiamo che Il nostro Mi5 ha uno Snapdragon 820 con una frequenza di clock minore rispetto allo standard, 1,8 Ghz di picco massimo rispetto ai 2,2 GHz stock.

Situazione diversa in Geekbench che testa solo la parte relativa ai processori escludendo la GPU, Snapdragon 820 va circa il 44% in più in Single Core rispetto al 810 mentre in Multi-Core la situazione è molto diversa con “solo” il 4% in più di prestazioni, la situazione in Multi è facilmente spiegabile, Snapdragon 820 ha esattamente la metà dei Core dell’810 e per quanto i Core Cortex A53 di 810 siano “deboli” nel conteggio fanno comunque numero.

Parliamo infine della Gpu, Qualcomm comunica che fra Adreno 430 e Adreno 530 la seconda offra prestazioni del 40% maggiori rispetto alla prima, sarà vero?

Nel test 3DMark Sling Shot ES 3.0 la situazione vede la Adreno 530 avere il 53% in più di prestazioni rispetto alla 430 mentre nel testo Sling Shot ES 3.1 questa cifra sale all’80%, numeri semplicemente mostruosi se contiamo che il nostro Snapdragon 820 ha la GPU clockata a “soli” 500 MHz.

Passiamo ora alla prova “a caldo”

Il problema più grande di Snapdragon 810, oltre la concorrenza letteralmente spietata dell’Exynos 7420 di Samsung, era la dissipazione del calore. I problemi di calore dello Snapdragon 810 sono letteralmente entrati nella storia e non staremo quì a ripetere perchè succedeva tutto questo, sappiate solo che dispositivi come il Nubia Z9 Borderless di ZTE facevano male alle mani tanto bruciavano.
Sarà riuscita Qualcomm a risolvere i propri problemi con le architetture a 64 bit con Snapdragon 820?

La risposta è SI, un SI maiuscolo grosso come una casa.

Per “scaldare” il nostro Xiaomi Mi5 ed il nostro LeTV X800 li abbiamo messi sotto torchio usando il famosissimo Epic Citadel, una tech demo 3D che stressa molto qualsiasi telefono. Dopo mezz’ora ininterrotta di Epic Citadel questi sono i risultati.

Snapdragon 820

  • AnTuTu : 110068
  • Geekbench Single : 1924
  • Geekbench Multi : 4631

Snapdragon 810

  • AnTuTu : 76028
  • Geekbench Single : 1244
  • Geekbench Multi : 4091

Snapdragon 820 perde meno dell’1% di prestazioni e non taglia praticamente mai il clock per restare fresco, a differenza di Snapdragon 810 che ha visto un calo generale del 8% circa, ultimo ma non ultimo il nostro Xiaomi Mi5 anche dopo mezz’ora di stress assoluto è rimasto solo tiepidino in alcune parti e mai rovente.

Qualcomm-Snapdragon-820-AAPossiamo quindi concludere che Qualcomm ha tirato fuori davvero un ottimo processore, lasciandosi alle spalle gli enormi problemi del 2015 e tracciando una strada fatta di potenza pura con “solo” un Quad-Core che darà molto filo da torcere al resto della concorrenza.

Via

Share.

About Author