Recensione POCOPHONE F1: Best Buy?

0

Una cosa è certa, con questo nome, il Sub Brand di Xiaomi non passerà inosservato…almeno in Italia. 
Ma POCOPHONE punta ad essere ricordato per ben altro con il suo primo device. Signore e signori, ecco a voi il POCOPHONE F1!

Vedere la scritta POCOPHONE un po’ fa sorridere noi italiani e, ne sono sicuro, molti, moltissimi pronunceranno questo brand con un mal celato disprezzo per i prodotti tech made in China.

Ma noi siamo abituati, abbiamo la pelle dura a furia di difendere a spada tratta le nostre scelte hi tech provenienti dal sol levante, quindi forza, partiamo alla scoperta del nuovo prodotto Xiaomi.

POCOPHONE sub-brand di Xiaomi

Ebbene si, per i pochissimi che ancora non lo sapessero, POCOPHONE è un Sub-Brand del colosso Cinese Xiaomi. E’ una costola che vive di vita propria come sviluppo prodotti ma che può appoggiarsi sulla struttura tecnica e commerciale ultracollaudata di mamma Xiaomi.

Provate ad aprire google translate e tradurre in Cinese semplicifato la parola POCO.

Un caso? 🙂

La mission di questa nuova realtà?

Creare devices con performances senza compromessi cercando di mantenere i prezzi i più bassi possibile. A qualcosa si dovrà pur rinunciare ma il risultato è decisamente interessante. Scopriamo il primo esemplare: il potentissimo POCO F1.

Acquista il POCOPHONE F1 su GrossoShop

POCOPHONE F1: Design

Inutile dirlo, il design non è dei più originali.
Il POCO F1 è praticamente il fratello gemello dello Xiaomi Mi8 che già non brillava di originalità (vedi iPhone X).

Nonostante questo lo smartphone si presenta in un mix tra l’elegante e lo sportivo.

Il display da 6.18 pollici dà il meglio di se una volta acceso coprendo praticamente tutta la superficie del vetro anteriore. Fanno eccezione l’immancabile notch (de gustibus) dove sono presenti camera frontale, cassa auricolare e sensore infrarossi per il riconoscimento facciale e uno spazio inferiore dove è collocato il led di notifica.

Il vetro anteriore, leggermente curvo, si unisce alla scocca laterale in alluminio lasciando un bordo lucido che dà un tocco elegante al profilo dello smartphone.

Nella parte sinistra della scocca vi è solo lo sportello delle SIM dove è possibile collocare a scelta o due nano sim o una nano sim e una scheda Micro SD (gradita differenza rispetto al gemello “premium” della xiaomi).

Nella parte inferiore troviamo la porta USB Type C per la ricarica rapida Quick Charge 3.0, il microfono e l’altoparlante principale per l’ascolto stereo.

Sul profilo destro vediamo i due pulsanti separati della barra del volume e il pulsante power…niente di più…niente di meno… 🙂

Nella parte superiore un’altra gradita novità: la ricomparsa del tanto bistrattato Jack per le cuffie. Qui è bene in vista e ci fa piacere. Oltre alla presa Jack troviamo il microfono secondario per la riduzione dei rumori.

Passiamo al retro del device. Qui le differenze con il fratello gemello si fanno importanti in quanto, rispetto al vetro è stata scelta una soluzione molto più economica come quella del policarbonato. Nonostante il materiale sia molto meno “premium”, però, ha l’indubbio vantaggio di essere più leggero, più resistente agli urti e, cosa non da poco, non soggetto a impronte e ditate mantenendo il retro molto più pulito. Particolare importante soprattutto per chi usa il telefono senza l’utilizzo di una cover.

Al centro della scocca troviamo il nostro semaforo di camere da 12 e 5 mpx e il lettore di impronte posto, forse, un po’ troppo vicino alla seconda camera (si rischia di sporcare il vetro con il dito e le foto potrebbero risentirne).

Bellissimo, a mio avviso, il bordino ROSSO attorno alle due camere posteriori che donano una linea più sportiva al telefono.

Ma abbiamo detto che il bello di questo device non è tanto la scocca (che è comunque niente male) ma ciò che c’è dentro! 

POCOPHONE F1 : Specifiche

Di seguito le specifiche di questo gioiellino:

CPU Qualcomm Snapdragon 845 Kryo 385 Octa Core 2.8Ghz 64-Bit
GPU Adreno 630
Display 6.18 inch FHD+ IPS-LCD, 2.5D Curved Glass Screen, Gorilla Glass
RAM 6 GB
Storage interno 64GB/128GB/256GB espandibili con MicroSD
Fotocamera posteriore AI Ultra Light-sensitive Dual Back Camera (12MP + 5MP), Sony IMX363 (#1) + Samsung S5K5E8 (#2) Sensor, AI Portrait Mode, PDAF with Dual Pixel Technology, Pixel Size 1.4μm (#1) + 1.12μm (#2), Aperture f/1.9 (#1) + f/2.0 (#2), Dual LED Flash, Digital Zoom
Fotocamera anteriore 20MP
Batteria 4000mAh
Rete FDD-LTE (presente banda 20) / TDD-LTE | WCDMA | GSM | VoLTE, Dual SIM and dual standby
Dimensioni 155.5×75.2×8.8 mm 182 g
Software MIUI by POCOPHONE basata su Android 8.1
Colori Black, Blue
Dove acquistarlo ⇒Grossoshop.net⇐

Dalle caratteristiche tecniche si evince che, a dispetto del nome, sotto la scocca c’è TANTA roba.
Il processore Qualcomm Snapdragon 845 è quanto di meglio possa offrire il mercato e se a questo aggiungiamo 6GB di RAM allora capiamo che la parola d’ordine è “VELOCITA‘”.

Ma al POCOPHONE F1 non basta essere fluido nel quotidiano, vuole mantenere prestazioni elevatissime sotto stress. Ed è per questo che a dissipare il cuore pulsante Octacore da 2.8Ghz c’è nientepopodimeno che un sistema di raffreddamento a liquido!
Sulla carta questo sistema è in grado di mantenere la temperatura del processore fino a 8 gradi più bassa dello stesso processore dissipato in maniera standard.

Nei miei primi test ho notato che il raffreddamento a liquido fa egregiamente il suo lavoro mantenendo il processore 3-4 gradi più freddo rispetto a quello del Mi8 a parità di stress test.

Come viaggia questo Snapdragon 845 raffreddato a Liquido?

Dai test ANTUTU effettuati il device, pur non essendo primo della lista, si piazza in un dignitosissimo 6° posto e, per un device di questa fascia di prezzo, è assolutamente un risultato ottimo.

Prime impressioni d’uso? Veramente OTTIMO! Ultra fluido e potente. Mai un impuntamento o un’incertezza.

Uno dei componenti che mi ha stupito di più è stata la batteria. I ben 4000mah sono stati in grado di supportarmi nella mia giornata STRESS arrivando fino a sera senza particolari problemi.
Con un utilizzo più STANDARD il device è riuscito a farmi quasi 2 gg e per me è una gradita novità su un TOP di gamma.

La mia giornata tipo si è conclusa con 3 ore e 40 di display, 23 ore di utilizzo e ancora quasi il 50% di batteria… WOW!!

POCOPHONE F1: Fotocamera da TOP?

Anche la fotocamera è stata ridimensionata un attimino rispetto al gemello Xiaomi passando a:

  • Camera principale da 12mpx con apertura focale 1.9 e pixel da 1.4μm 
  • Camera secondaria da 5mpx con focale da 2.0 e dimensione pixel 1.14μm

Dopo qualche giorno di utilizzo posso premettere che mi trovo davanti ad uno dei migliori cameraphone nella sua fascia di prezzo.

Cerchiamo di valutare il comportamento dell’F1 nel comparto fotografico analizzando le più frequenti tipologie di condizioni:

Fotocamera F1: Outdoor

Foto in esterno con condizioni di luce ideali

Si, è vero, oggi come oggi con condizioni di luce ideali le foto vengono bene con quasi tutti i devices. Ma la fotocamera di questo F1 mi è piaciuta soprattutto per una riproduzione dei colori molto vivace.
Il dettaglio è buono anche se  l’autofocus potrebbe lavorare meglio.  Spesso ci si ritrova a dover sopperire manualmente indicando il soggetto da mettere a fuoco con un TAP.

Fotocamera F1: Indoor

Foto Indoor con luce artificiale

La riproduzione dei colori è ottima anche quando la luce tende a calare e in scatti Indoor con luce artificiale le foto appaiono ben definite e brillanti.

Fotocamera F1: Poca luce

Foto in condizioni di luce scarsa

In condizioni di luce scarsa i risultati sono discreti. Anche qui abbiamo un’ottima riproduzione dei colori anche se il dettaglio comincia ad abbassarsi rendendo le superfici e i profili un po’ più impastati.
Nel complesso, però, la foto risulta ben definita e luminosa grazie al lavoro della seconda fotocamera.

Fotocamera F1: Flash

Foto con Flash attivato

Personalmente non gradisco molto l’uso del flash che tende ad “appiattire” i colori ma in questo caso si può notare la potenza del doppio flash led in grado di illuminare superfici estese anche molto lontane dall’obiettivo. 

Fotocamera F1: Macro

Macro scattata con POCO F1

Anche nelle macro il POCO F1 si comporta decisamente bene esaltando i colori dei soggetti e raggiungendo un buon livello di dettaglio. La velocità di scatto non è fulminea quindi, soprattutto nello scatto ravvicinato, sarà necessario avere mano ferma per non trovarci ad avere fastidiosi effetti di sfocatura.

Fotocamera F1: Selfie

Non badate a me…dopo una giornata di lavoro in genere ho quella faccia… 🙁

La fotocamera frontale è la vera ciliegina sulla torta. Al di la del soggetto, i 20mpx si vedono. Sembra assurdo avere una fotocamera più potente nell’anteriore del device che la somma delle due posteriori ma è proprio così!

Se vogliamo sembrare belli e slanciati, inoltre, possiamo fare affidamento su tutta una serie di filtri “ultraabbellenti” che toglieranno ogni minimo difetto dal nostro volto facendoci sembrare Brad Pitt o Angelina Jolie… va beh… più o meno… 😀

POCOPHONE F1: Conclusioni

Che dire di questo POCO F1 dopo una settimana di utilizzo…

Sono rimasto estremamente colpito dall’equilibrio del device. La mia paura più grande era che, pur di ridurre il prezzo, al processore TOP di gamma avessero accostato aspetti drasticamente Low Level.

Così non è stato. 

La qualità costruttiva è ai massimi livelli e anche la scelta del policarbonato per la scocca posteriore non sminuisce la sensazione di robustezza generale.

Le prestazioni sono al TOP e andranno via via migliorando ad ogni aggiornamento ufficiale e non anche perchè il POCO F1 sarà uno dei dispositivi preferiti per le community di sviluppatori che cominceranno a rilasciare ROM di tutti i tipi in grado di spremere le prestazioni dell’F1 fino all’ultima goccia.

NB. Lo sblocco del bootloader non richiede mesi di attesa… 🙂

Il comparto fotografico non è da TOP assoluto ma se la cava comunque egregiamente dandovi la possibilità di fare scatti con colori molto vividi e un livello di dettaglio sopra la media.

Ma non abbiamo ancora parlato della connettività generale del POCOPHONE F1. Ecco i miei pareri sulla qualità audio in chiamata, connettività WEB e navigazione GPS.

Vuoi un TOP di gamma ultra supportato dalla community che non costi un occhio della testa? Il POCOPHONE F1 è il device che fa per te!

A parer mio il POCO F1 è un vero BEST BUY!

Acquista il POCOPHONE F1 su GrossoShop

Share.

About Author

Sono un appassionato di tecnologia praticamente da sempre. Articolista, recensore, distruttore di smartphone per eccellenza. Ho nel cuore la tecnologia made in Cina e un posticino tutto suo ce l'ha il brand Xiaomi ma non disdegno tutto ciò che è design e innovazione.