Qualcomm, nuova causa ad Apple per vietare le vendite di iPhone in Cina

0

La guerra legale tra due dei maggiori giganti della tecnologia – Qualcomm e Apple – continua. Qualcomm ha infatti presentato una nuova causa contro Apple in un tribunale cinese per bloccare la vendita e la produzione degli iPhone nel paese.

Secondo i report, Qualcomm sosterrebbe la  violazione di tre brevetti da parte di Apple, non avendo pagato le relative royalty.

Ecco la risposta di Apple:

Apple crede profondamente nel valore dell’innovazione, e siamo stati sempre disposti a pagare royalty eque e ragionevoli per i brevetti che usiamo. Nei nostri molti anni di negoziati con Qualcomm, questi brevetti non sono mai stati discussi e in effetti sono stati concessi solo negli ultimi mesi. Molti enti di tutto il mondo hanno dichiarato Qualcomm colpevole di aver abusato della sua posizione per anni. Questa affermazione è merita di essere valutata e, come molte altre loro manovre in aula, questo ultimo sforzo legale fallirà.

In particolare, questa è la seconda volta che Qualcomm cerca di ottenere lo stop delle vendite di iPhone in Cina. In precedenza, nel mese di luglio, il chipmaker americano ha presentato una causa simile negli Stati Uniti, indicando la violazione di sei brevetti da parte di Apple.

La battaglia legale tra le due aziende è iniziata in gennaio, quando Apple ha presentato una causa sostenendo che Qualcomm avrebbe applicato delle royalty particolarmente gravosa estorsione. Così, la Federal Trade Commission ha affermato che Qualcomm abusava della sua posizione di mercato per ottenere più denaro dalle licenze.

Qualcomm è stata anche multata per $ 854 milioni in Corea del Sud e $ 975 milioni in Cina. Gli enti regolatori del mercato europei hanno anche espresso preoccupazioni sulla sua da $ 38 miliardi per acquisire NXP Semiconductors.

Share.

About Author