OnePlus X Recensione

2

OnePlus è l’azienda Cinese più chiacchierata degli ultimi 2 anni, nel suo primo anno di vita presentò un solo telefono, OnePlus One, definito da tutti il “Flagship Killer” per merito del giusto mix di caratteristiche e prezzo.
Tutti pensavamo che la strategia di OnePlus per questo 2015 fosse la medesima, un solo telefono curato e seguito al meglio, ma ci sbagliavamo, quasi a sorpresa la Startup Cinese ha presentato recentemente un telefono di fascia media, un prodotto molto diverso rispetto a tutto il resto della fascia media 2015 delle altre case.

OnePlus X recensioneOnePlus X è un telefono che punta tutto su un mix di costruzione, caratteristiche e prezzo. Ad un prezzo di poco superiore ai 250€ troviamo infatti lo stesso identico hardware dei top di gamma di fine 2014, tutto gira intorno al mitico processore Qualcomm Snapdragon 801 a 32 Bit, un chip che abbiamo davvero amato durante il corso dell’anno scorso.
Iniziamo con la nostra solita scheda tecnica.

OnePlus X
Sistema Operativo Android 5.1.1 con OxygenOS 2.1
Processore Qualcomm Snapdragon 801 Quad-Core 2.3 GHz
RAM 3 GB
Memoria 16 GB
Display Amoled 5 Pollici Full HD 1920 x 1080
Fotocamera principale 13 Mpx con autofocus ibrido e Video Full HD
Fotocamera anteriore 8 Mpx e Video Full HD
Rete Cellulare GPRS, Edge, HSPDA, HSDPA,4G
Connessioni Wi-Fi a,b,g,n, ac
Bluetooth 4.1
GPS, Glonass
Batteria 2525 mAh
Dimensioni 140 x 69 x 6.9 mm
Peso 138 grammi
Prezzo 16 GB 3 GB Ram Onyx 266€

 

Unboxing

La confezione diventa è una delle prime “novità” in casa OnePlus, non troveremo più infatti la solita scatola completamente rossa ma una bianca con una X al centro, le vere sorprese sono però all’interno.

OnePlus X recensione OnePlus X recensione
La dotazione di OnePlus X è infatti ottima per un telefono di questa fascia di prezzo. Oltre a OnePlus X troveremo infatti nella confezione il solito caricabatteria da parete, un cavetto Usb/Micro Usb(niente Type-C per OnePlus X), la spilletta per aprire il vano della doppia Sim/MicroSD ed una cover in silicone trasparente morbida di ottima fattura, non è infatti una cover comune ma ha degli inserti ruvidi che aiutano non poco il grip di questo terminale.

Costruzione e Materiali

Punto forte di OnePlus X è la costruzione, per più di un verso ispirata agli Xperia serie Z di Sony, in metallo e vetro, materiali sicuramente di classe che regalano al dispositivo un touch and feel da paura.
Un frame metallico rigato corre lungo tutto il bordo del telefono dando un ottimo senso di solidità, la stessa solidità che regalano i due pannelli di vetro nel posteriore e nel frontale, entrambi sono infatti costruiti in 2.5D e fanno una leggera bombatura nei bordi risultando molto più spessi di un vetro normale.

OnePlus X recensioneUnica nota negativa è la presa(grip), nonostante OnePlus X sia un telefono piccolo e maneggevole il vetro bombato sul retro lo rende davvero tanto scivolo, siamo infatti contenti che OnePlus abbia inserito una cover ruvida con un ottimo grip a protezione di questo splendido terminale.

OnePlus X recensioneSul frontale trova posto il display AMOLED da 5″ Full HD ed i tasti soft touch, purtroppo non retro illuminati, mentre sul retro troviamo la fotocamera ISOCELL da 13 Megapixel accompagnata da un singolo flash led.

OnePlus X recensioneIl frame porta con se i tasti di accensione e spegnimento, volume e modalità “Non disturbare”, quest’ultimo con 3 “step”. OnePlus X è semplicemente un telefono bello da qualunque punto lo si guardi, il nostro in colorazione bianca ha un ottimo stacco di colori fra vetro bianco e frame dorato.

Dotazione Hardware

Eccoci arrivati molto presto alla parte fra le più interessanti di questo dispositivo, OnePlus X arriva infatti con una configurazione “insolita” per essere un dispositivo del 2015. Nell’era dei 64 bit OnePlus ha avuto il coraggio, e non è assolutamente una cosa negativa sia chiaro, di uscire con un dispositivo dotato di processore a 32 bit, più precisamente il glorioso Snapdragon 801.

OnePlus X recensioneQualcomm Snapdragon 801 è forse il miglior processore mai uscito dalle fabbriche di Qualcomm, un processore Quad-Core basato su Core proprietari Krait 400 a 2.3 GHz con supporto alle librerie 32 bit, lo stesso processore a bordo del 95% dei Top di gamma del 2014 di qualsiasi marchio, anche se questo Snapdragon 801 in particolare è leggermente diverso ed è una variante unica.

OnePlus X recensioneFatte le dovute premesse per chi non segue troppo questo mondo possiamo passare al resto della dotazione che comprende 3 GB di memoria RAM, un display da 5″ AMOLED Full HD, una fotocamera posteriore da 13 Megapixel basata sul sensore Samsung ISOCELL ed una anteriore da ben 8 Megapixel, chiudono il cerchio 16 GB di memoria ram ed una “piccola” batteria da 2525 mAh.

Display

OnePlus X non rinuncia a nulla, nemmeno ad un ottimo display con tecnologia AMOLED. Per chi non lo sapesse oltre ai comuni LCD ed hai più particolari display IGZO esiste una terza tecnologia chiamata Amoled, la differenza principale dell’Amoled rispetto ai display TFT è il fatto di avere un display “organico”, i pixel sono veri e propri diodi emetittori di luce e non ha quindi bisogno di retroilliminazione, oltre a questo il nero di un pannello Amoled è un nero assoluto essendo il pixel fisicamente spento, questo si traduce in un contrasto fuori parametro, colori molto saturi ed un ottima leggibilità sotto il sole nonostante un pannello non troppo luminoso.

OnePlus X recensionePassiamo ora alle nostre sensazioni che sono assolutamente positive, il display è assolutamente fantastico alla vista e la UI di Oxygen OS in modalità “Dark” si sposa a dir poco perfettamente con questa tipologia di display. Come abbiamo detto poco sopra il nero dei pannelli AMOLED è un nero assoluto per via del fatto che i pixel sono fisicamente spenti, usare una ui scura è quindi la scelta migliore che si possa fare per apprezzare al massimo questa tecnologia.

OnePlus X recensioneNiente male la riproduzione dei colori anche se non c’è nessun tipo di settaggio avanzato mentre è bassina la luminosità massima, ma questo è un difetto comune a tanti display AMOLED, angoli di visione buoni anche se inclinando molto il display tende a virare sull’azzurrino.

OnePlus X recensione OnePlus X recensione
Per chi venisse da OnePlus One ed avesse avuto qualche problema con il suo famoso touchscreen non proprio funzionante vi avvisiamo da subito che OnePlus X fila liscio come l’olio, nessun problema da segnalare.

Prestazioni e Benchmark

Snapdragon 801 non ha bisogno di tante presentazioni, per chi segue questo settore da appassionato sa benissimo quanta qualità e quanta potenza questo processore riesca a dare. Se infatti le prestazioni della sola CPU possono essere “superate” oggi è la GPU Adreno 330 che fa la parte del leone offrendo prestazioni e numeri da capogiro, se confrontata con le soluzioni MediaTek di pari fascia del 2015.

OnePlus X recensioneOxygen OS, complice anche l’esperienza accumulata da OnePlus con il suo One, non presenta nessun tipo di rallentamento o lag, con anche un ottimo multitasking grazie ai 3 GB di memoria Ram. Come sempre vi lasciamo con i punteggi dei nostri benchmark.

  • AnTuTu : 40132
  • Geekbench Single-Core : 935
  • Geekbench Multi-Core : 2937
  • Basemark OS : 1210
  • PC Mark : 3145

Software e UI

OnePlus One arrivò sul mercato un anno fa con a bordo una versione dedicata della famosissima Cyanogen Mod, rinominata Cyanogen OS per l’occasione, le cose purtroppo andarono male tra le due realtà e il matrimonio fra OnePlus e CM durò poco finendo malissimo, proprio per questo motivo nacque l’esigenza di crearsi in casa la propria versione di Android.

oneplus-x-6
OnePlus X, così come OnePlus 2 arriva con a bordo Hydrogen od Oxygen OS in base al mercato di provenienza, nel nostro caso vi parleremo di Oxygen OS 2.1 su base Android 5.1.1 Lollipop.
Oxygen OS 2.1 ha un estetica molto simile a quella di Android in versione stock ma ha molte più possibilità e personalizzazioni sia estetiche che di uso.

photo_2015-08-23_15-21-10 photo_2015-08-23_15-21-16photo_2015-11-13_10-57-50
photo_2015-08-23_15-21-24Tantissime le funzionalità aggiunte che vanno dalle più classiche gesture come il tap2wake fino ad arrivare a veri e propri “disegni” per accedere a funzionalità quali la musica a display spento.
Molto interessante la “Shell” che va a sostituire Google Now e ci permette di organizzare attività e gestire le app più usate in unica schermata.
Lato estetico potremmo invece scegliere fra un tema scuro o chiaro personalizzando il tutto con una decina di colori diversi, ma non finisce quì avremo infatti a disposizione di default la possibilità di cambiare temi ed icon pack, difficile che questo prodotto vi stufi.

Il sistema durante la nostra prova si è sempre dimostrato scattante, fluido e non abbiamo trovato bug fastidiosi, merito sopratutto dei 3 GB di Ram che permettono un multitasking molto spinto senza gravi cali di prestazioni dovuti alla chiusura forzata di app e servizi in background.

Navigazione Internet promossa a pieni voti, il browser è sempre fluidissimo anche in situazione molto difficili o su siti come quello del Corriere noto per essere molto “faticoso” da digerire per i dispositivi mobili.

Una delle funzionalità che più ci è piaciuta è Ambient Display che sfrutta benissimo la tecnologia AMOLED, per vedere notifiche od ora vi basterà passare la mano davanti al sensore di prossimità col telefono in orizzontale sulla scrivania per vedere tutto quello che vi serve senza nemmeno toccare il display.

Multimedia e Fotocamera

Così come OnePlus 2 anche in questo X è stata posta molta enfasi sul lato multimediale.
La fotocamera principale è da 13 Megapixel con sensore Samsung ISOCELL, la messa a fuoco e la velocità di apertura dell’applicazione sono a dir poco fulminee, non aspettatevi grandissime cose da questa fotocamera che si comporta bene in tutte le occasioni ma potrebbe forse fare qualcosa di più, vi lasciamo comunque con una galleria di scatti provenienti da OnePlus 2 per poter giudicare voi stessi.

OnePlus X recensioneMolto buono invece l’audio del dispositivo, chiaro e pulito oltre che molto forte, nessun problema sia nell’ascolto in cuffie che tramite la cassa(mono) del terminale, non abbiamo mai avuto problemi a sentire una chiamata in arrivo anche in posti affollati, manca purtroppo Maxxaudio.

Oneplus X

 

Ricezione e parte telefonica

OnePlus X è un dispositivo dual sim 4G LTE, si dice che la versione importata dalla Cina abbia problemi con la gestione della seconda sim ma possiamo dirvi già ora che è tutto falso, abbiamo provato vari operatori e non abbiamo mai riscontrato nessun problema, l’unico limite è la gestione non ottimale delle due sim che speriamo venga sistemata nelle prossime release software ma nessun problema di funzionamento.

OnePlus X recensioneRicezione buona, nella media con altri  ma niente di eccezionale, abbiamo visto prodotti comportarsi molto meglio ma anche molto peggio.
L’audio in capsula è ottimo anche lui, alto quanto basta per poter conversare in totale tranquillità anche in situazione abbastanza caotiche come il traffico cittadino, il nostro interlocutore ci parla e ci sente molto bene senza nessun problema, raramente ci è capitato di sentire un Eco come se dall’altra parte stessero usando un vivavoce senza però che questo fosse accaduto.

Autonomia

OnePlus X è uno smartphone costruito in un corpo molto bello e sottile, solo 6.9 mm , e questo si ripercuote purtroppo sulla batteria da soli 2525 mAh, avremmo preferito qualche mm in più ed avere a nostra disposizione un unità più grossa sinceramente.

L’autonomia di OnePlus X è difficile da valutare, la rom probabilmente è ancora molto giovane ed abbiamo notato dei vistosi cali di batteria durante anche un semplice standby, questione diversa nell’uso dove ci sono momenti in cui sembrano esserci bug e la percentuale non scende nemmeno con un uso intenso ed altri dove scende vistosamente.

photo_2015-11-13_10-51-13Nel complesso OnePlus X al momento è solo sufficiente garantendo circa 4 ore di display in uso misto e arrivando a stento a coprire la giornata lavorativa, speriamo veramente di vedere risolto questo fattore con le prossime release software.

Considerazioni Finali

OnePlus ha spiazzato tutti con l’annuncio di questo X, un telefono che arriva in maniera inaspettata con un ancora più inaspettata scheda tecnica, a parte ZUK Z1 non avevamo più visto telefoni “nuovi” mossi dall’ottimo Snapdragon 801 del 2014.

OnePlus X è indubbiamente uno dei telefoni esteticamente più curati nella fascia sotto i 300€, con un ottimo display ed una parte multimediale di altissimo livello, un gran bel telefono azzoppato per il momento da una batteria non all’altezza delle aspettative.

photo_2015-11-13_10-50-55Ci sentiamo comunque di promuovere OnePlus X perchè ad un prezzo simile è sicuramente una scommessa vinta ed un ottimo telefono da acquistare, sopratutto per gli amanti dei telefoni compatti e non di giganti da 5.5″ o 6″.

OnePlus X

8.1 Elegante e maneggevole
  • Display 8.3
  • Costruzione/Design 9
  • Audio 8
  • Ricezione 8.1
  • Performance 7.5
  • Autonomia 7
  • Multimedia/Fotocamera 8
  • Qualità/Prezzo 9
  • User Ratings (4 Votes) 6.8
Share.

About Author

  • guerz86

    Peccato l’autonomia, uno dei punti di forza su tantissimi Snapdragon 801, Oneplus si deve svegliare, Rom non se ne vedono…. devo cambiar marcia secondo me.

    • assurdo il discorso rom pensando anche che è praticamente un clone di Opo….l’unica che c’era è stata fino tolta da XDA per problemi…