Meizu Pro 6, presentato ufficialmente!

1

Meizu scatenata, non bastava la presentazione in grande stile del nuovo M3 Note di fascia media, esattamente una settimana dopo eccoci qui a parlare di nuovo di lei, stessa modalità, stesso posto e stessa ora ma questa volta per qualcosa di diverso, un Top di gamma, Meizu Pro 6 è fra noi.

Meizu Pro 6I nostri dubbi si sono quindi finalmente dissolti, non siamo di fronte al nuovo MX6 e nemmeno di fronte a qualcosa di totalmente nuovo, quello che abbiamo visto fino ad oggi è veramente Meizu Pro 6! Iniziamo subito a vedere com’è partendo dal display.

Meizu Pro 65.2″ Full HD Super Amoled, avete letto bene, nonostante il nome del terminale sia Pro 6 e non MX6 il display non ha le solite dimensioni da phablet ma un decisamente più piccolo 5.2″ da “normale” Smartphone. Visto il successo e la bellezza del display di Pro 5 Meizu ha deciso di salire di nuovo sulla barca del Super Amoled. Questo pannello è prodotto da Samsung ed ha le seguenti caratteristiche :

  • Risoluzione Full HD
  • Contrasto 1.000.000/1
  • 450 nits di luminosità
  • 3 nits di luminosità minima
  • Copertura colore NTSC del 100%
  • Cornici spesse 0.715 mm

Passiamo ora al processore, Meizu ha in esclusiva assoluta il nuovissimo Helio X25 e ha deciso di usarlo proprio su questo Pro 6. Il nuovo MediaTek MT6797T(Helio X25) è una versione potenziata di Helio X20, il primo processore Deca-Core al mondo, una decisione che ci fa sempre più pensare alla serie MX di Meizu, dotato di 4 Core Cortex A53 affiancati ad altrettanti CorteX A53 e accompagnati da 2 Core Cortex A72.

Meizu Pro 6Helio X25 sarà quindi diviso in 3 cluster capaci di operare insieme per ottimizzare al meglio i consumi in base ai carichi di lavoro, come Gpu abbiamo la nuovissima Arm Mali-T880 in configurazione Quad-Core come visto sul Kirin 950 di Huawei.

Meizu Pro 6 Meizu Pro 6
Abbiamo parlato di consumi e l’ha fatto anche Meizu alla presentazione, Pro 6 sarà dotato della nuova tecnologia proprietaria mCharge 3.0 capace di ricaricare completamente la batteria in soli 60 minuti, mentre 10 minuti basteranno per avere poco meno del 30% di carica, davvero un ottimo risultato se confrontato con la concorrenza. Il nuovo terminale Meizu sarà dotato di connettore di ricarica/dati USB Type-C 3.1 capace di “muovere” 5 Gb/s ed avrà integrato direttamente nel cavo un chip per una migliore erogazione della corrente per preservare la batteria nel tempo.

Meizu Pro 6 Meizu Pro 6Passiamo ora alla fotocamera, sulla carta la stessa di Meizu Pro 5 ma con alcune sostanziali differenze principalmente nel software e nel nuovo Flash a 10 Led circolare. Meizu ha lavorato per ridurre le dimensioni della “gobba” creata dalla fotocamera ma la novità principale riguarda il software, un software a cui Meizu lavora da ben 4 anni e che è costato ben 3 milioni di dollari totali di sviluppo, vedremo all’atto pratico come si comporterà rispetto a Pro 5. Parlando di numeri nudi e crudi siamo di fronte ad un sensore Sony IMX 230 da 21 Megapixel.

Meizu Pro 6 Meizu Pro 6
Poteva mancare un attenzione particolare per l’audio? Assolutamente no ed ecco che Meizu presenta sul palco mSound, la tecnologia proprietaria anche in questo frangente. Meizu Pro 6 avrà un DAC dedicato prodotto da Cirrus Logic ed una cassa posteriore caratterizzata da un ottima potenza, già Pro 5 ci aveva stupito sotto questo punto di vista e siamo davvero curiosi di sentire all’opera Pro 6.

photo_2016-04-13_09-31-27 photo_2016-04-13_09-33-55
Ecco che ad un certo punto Meizu sgancia la bomba, Pro 6 è dotato di tecnologia 3D Press, niente più e niente meno del Force Touch già visto a bordo dei nuovi iPhone di Apple, l’interazione con la Flyme sembra esattamente la stessa che su iOS e Meizu ha lavorato molto bene per fornire le Api da usare in applicazioni di terze parti, che sia la volta buona che la tecnologia venga sdoganata anche in campo Android? Parlando di interazione non manca ovviamente il tasto mBack con tanto di mTouch 2.1 per la lettura delle impronte digitali.

photo_2016-04-13_09-04-27L’estetica non è una rivoluzione, Meizu Pro 6 infatti porta con se i capi saldi della società Cinese con un nuovo corpo antenne rinnovato a livello estetico, linee più morbide ed uno spessore di soli 7.25 mm, il materiale nemmeno a dirlo è metallico.

Prima di parlare della Flyme OS facciamo un breve riepilogo delle caratteristiche tecniche :

  • Processore MediaTek Helio X25 MT6797T Deca-Core a 2.5 GHz
  • Memoria Ram  4 GB
  • Memoria di massa 32/64 GB NON espandibile
  • Fotocamera posteriore Sony IMX 230 da 21 Megapixel
  • Fotocamera Frontale 5 Megapixel
  • Display Super AMOLED 5.2″ Full HD 1920 x 1080
  • Batteria 2650 mAh

La novità più importante lato software, anche se non è totalmente software, riguarda la presenza della SIM virtuale da poter utilizzare in ben 60 paesi e che consente di cambiare “a caldo” vari operatori, non sappiamo se questa funzionalità sarà presente nel nostro paese però.
Come già detto in precedenza Meizu sta lavorando a stretto contatto con gli sviluppatori di applicazioni di terze parti e potremmo quindi aspettarci la presenza di funzioni 3D Press anche in altre app.

In attesa di altri focus particolari ed il nostro solito hands-on vi lasciamo in compagnia di tutte le immagini che abbiamo scattato alla presentazione di Meizu Pro 6, che ne pensate?

 

 

Share.

About Author