Meizu Pro 5 Recensione

2

Meizu è stato uno dei produttori più prolifici di questo 2015, da Gennaio con M1 Note fino a all’ultimo Meizu Metal la casa Cinese ha saputo ritagliarsi una grossa fetta di utenti, merito anche di prodotti azzeccati sotto quasi ogni punto di vista.

Meizu Pro 5 UnboxingSe l’anno scorso i due top di gamma erano rispettivamente MX4 e MX4 Pro con la sua serie 5 Meizu ha deciso di cambiare nomenclatura, non esiste infatti nessun MX5 Pro quest’anno e la versione Pro di MX5 si chiama Meizu Pro 5.

Tutto il resto rimane invariato, se infatti MX4 era dotato di processore MediaTek e MX4 Pro era mosso da un processore Exynos di Samsung quest’anno il copione è esattamente lo stesso, iniziamo con una scheda tecnica!

Meizu Pro 5
Sistema Operativo Flyme 5
Android 5.1
Processore Samsung Exynos 7420 Octa-Core 2.1 GHz 64 Bit
RAM 3/4 GB
Memoria 32/64 GB
Display AMOLED 5.7 Pollici Full HD 1920 x 1080
Fotocamera principale 21 Megapixel autofocus ibrido e Laser Video 4K
Fotocamera anteriore 5 Megapixel e  Video Full HD
Rete Cellulare GPRS, Edge, HSPDA, HSDPA,4G
Connessioni Wi-Fi a,b,g,n, ac
Bluetooth 4.1
GPS, Glonass
Batteria 3050mAh
Dimensioni 156.7 x 78 x 7.5 mm
Peso 168 grammi
Prezzo 3/32 GB 466€

Unboxing

Meizu Pro 5 è un top di gamma assoluto, molto probabilmente uno dei telefoni migliori di questo 2015, ma purtroppo la confezione non lo suggerisce. La dotazione di Meizu Pro 5 è il minimo sindacale per utilizzare correttamente il telefono ed infatti all’interno della confezione troviamo Meizu Pro 5, un caricatore da parete con tecnologia Quick Charge, chiamata mCharge 2.0 da Meizu, un cavo Usb/Usb Type-C, la spilla personalizzata Flyme per aprire il vano sim/sd del telefono e la solita manualistica.

Meizu Pro 5 Unboxing Meizu Pro 5 UnboxingCostruzione e Materiali

Se la scatola non ci ha entusiasmato Meizu Pro 5 col suo corpo in monoscocca di alluminio si fa assolutamente perdonare. Questo splendido smartphone è un piacere da toccare ed un piacere da vedere , un vero top di gamma sia sotto che sopra il cofano.

Meizu Pro 5 RecensioneIl retro di Meizu Pro 5 è una lastra unica di alluminio interrotta solo dai soliti inserti di plastica sul frame, troviamo un pò infelice la scelta di mettere degli inserti “separati” fra retro e frame, leggermente anti estetico per i nostri gusti, oltre all’alluminio sempre nel retro trova posto la fotocamera Sony IMX 230 da 21 Megapixel accompagnata dal flash led.

Meizu Pro 5 RecensioneIl frontale di Meizu Pro 5 ospita l’ampio display Amoled da 5.7″ Full HD ed il tasto imBack 2.0 sormontati da un vetro 2.5D che fa una curva bellissima sui bordi.

Siccome Meizu Pro 5 è fin troppo bello vogliamo trovarci volutamente un difetto e lo troviamo nella fotocamera, il modulo Sony è infatti molto grosso e sporge non poco dal retro del terminale, un vero peccato “spezzare” così un design tanto bello, un device così grosso poteva tranquillamente ospitare il modulo camera all’interno della scocca(almeno secondo noi).

Meizu Pro 5 RecensioneCome da tradizione Meizu la costruzione di questo smartphone non delude, zero scricchiolii o incertezze, anche sotto pressioni abbastanza forti, un peso per nulla eccessivo per essere un Phablet da quasi 6 pollici chiudono il cerchio di uno smartphone che già dal solo touch and fell si presenta benissimo.

Dotazione Hardware

Come dicevamo prima, Meizu Pro 5 è un telefono al top sia sopra che sotto al cofano, se prima abbiamo visto come il telefono si presenta esteticamente parleremo ora di Hardware, allacciate le cinture perchè siamo di fronte allo Space Shuttle degli smartphone.

Meizu Pro 5 RecensioneQuesto 2015 è stato un anno anomalo per il mondo Mobile, fino all’anno scorso infatti la leader indiscussa in campo processori per smartphone era l’americana Qualcomm, il suo Snapdragon 801 aveva letteralmente ammazzato la concorrenza dopo un 2013 dove Snapdragon 600 e 800 avevano a loro volta annichilito tutti gli avversari. Nell’ultimo anno però Qualcomm si è trovata impreparata all’avanzata delle librerie a 64bit ed è arrivata sul mercato con il suo Snapdragon 810 che nulla a potuto contro l’avanzata di un nuovo rivale pronto a detronizzarla, Samsung con il suo Exynos 7420 è balzata letteralmente in testa per potenza e features.

Meizu Pro 5 RecensioneMeizu Pro 5 è il primo dispositivo non-Samsung a montare questo potentissimo processore, considerabile il più potente dell’anno fino ad ora, e non vedevamo l’ora di poterci mettere le mani. Exynos 7420 è un chip Octa-Core in configurazione big.LITTLE con 4 Core Cortex A53 con una frequenza di clock di 1.5 GHz, adibiti alle funzioni più basilari, accopiati ad altri 4 Core Cortex A57 con una frequenza di 2.1 GHz che vengono “svegliati” nelle operazioni più complesse. Agli otto core del processore bisogna aggiungere una GPU Mali T-760MP8, un mostro di GPU che è nata per le risoluzioni QHD dei Samsung serie S 2015 e che riesce a dare il massimo con il Full HD di Meizu Pro 5.

Meizu Pro 5 RecensioneLe novità del processore non sono infatti finite quì, Exynos 7420 porta in dote anche il supporto ad un nuovo tipo di memoria flash, non più emmc ma Ufs capace di prestazioni doppie rispetto alle memorie che abbiamo usato fino ad oggi, ma la vera forza di questo processore è nel PP(Processo Produttivo) a 14 nanometri FinFET che permettono al processore di non scaldare MAI.

Meizu Pro 5 RecensioneFatte le dovute premesse su questo potentissimo processore passiamo al resto delle caratteristiche di Meizu Pro 5, la memoria Ram è da 3 o 4 GB accompagnati rispettivamente da 32 e 64 GB di memoria utente a seconda della versione, non manca lo slot di espansione Micro SD(sacrificando però lo slot per la seconda sim card). La fotocamera principale è un unità Sony IMX 230 da 21 Megapixel, un sensore dotato di autofocus ibrido a ricerca di fase e capace di scattare foto in 0.03 secondi oltre che filmati in 4K Ultra HD, più conservativa la fotocamera frontale con i suoi 5 Megapixel e filmati Full HD a 30 FPS. Il famoso tasto imBack che ha caratterizzato tutta la produzione Meizu del 2015 torna in versione 2.0 ed un sensore di impronte integrato.

Display

Meizu è sempre stata una garanzia in campo display, la serie M Note è la portabandiera dei display IGZO, una tecnologia unica e di cui abbiamo ampiamente parlato nella nostra recensione di Meizu M2 Note, per i suoi top di gamma invece la Cinese ha scelto di adottare la tecnologia AMOLED, un tipo di display che si sposa perfettamente con la Flyme e regala un effetto quasi la UI fosse disegnata.

Meizu Pro 5 RecensionePer chi non lo sapesse oltre ai comuni LCD ed hai più particolari display IGZO esiste una terza tecnologia chiamata Amoled, la differenza principale dell’Amoled rispetto ai display TFT è il fatto di avere un display “organico”, i pixel sono veri e propri diodi emetittori di luce e non ha quindi bisogno di retroilliminazione, oltre a questo il nero di un pannello Amoled è un nero assoluto essendo il pixel fisicamente spento, questo si traduce in un contrasto fuori parametro, colori molto saturi ed un ottima leggibilità sotto il sole nonostante un pannello non troppo luminoso.

Meizu Pro 5 RecensioneIl display Amoled da 5.7″ Full HD di Meizu Pro 5 è uno dei migliori visti negli ultimi anni anche se una nota negativa c’è, non raggiunge purtroppo una luminanza di picco molto alta ma si difende bene per leggibilità.

Meizu Pro 5 RecensioneFlyme OS si sposa in maniera a dir poco perfetta con questa tipologia di display, la UI “piatta” con pochi addobbi tipica di Meizu su un pannello del genere regala un meraviglioso effetto pastello quasi fosse disegnata a mano, lasciamo la parola alle nostre foto che rendono sicuramente più giustizia di mille parole al display di Meizu Pro 5.

Meizu Pro 5 Recensione Meizu Pro 5 Recensione

Prestazioni e Benchmark

Se fino ad ora questa recensione è stata un crescendo vi avvisiamo già adesso che in questo paragrafo raggiungiamo il culmine di questa ascesa. Potremmo riassumere tutto in pochissimi caratteri  perchè  Meizu Pro 5 è semplicemente il telefono più potente ad oggi sul mercato, abbiamo fra le mani un dispositivo che supera qualsiasi altro sulla terra, anche il Samsung Galaxy S6 Edge Plus non regge il confronto nonostante Pro 5 ne sia quasi un gemello sotto il cofano, ma da cosa deriva questa potenza? Oltre al processore Exynos 7420 il merito va al pannello Full HD 1920 x 1080 che ha molti meno pixel rispetto al display WQHD 2560 x 1440 della famiglia Galaxy S 2015, in questo scenario il processore può sprigionare molta più potenza avendo fisicamente meno pixel da “muovere”.

Meizu Pro 5 Recensione
I punteggi riscontrati in tutti i nostri test sono a dir poco stellari, irraggiungibili da chiunque altro e ci sudano quasi le mani dall’emozione in questo momento, condividere certi numeri aiuta a far scendere il nostro senso di incredulità, Meizu aveva promesso un device da 75.000 punti AnTuTu ma ha superato se stessa.

  • Antutu : 76633
  • Geekbench Single-Core : 1305
  • Geekbench Multi-Core : 4781
  • Basemark : 1779
  • Browsermark : 1803

Software e UI

Dobbiamo fare una premessa, il dispositivo in nostro possesso non è al momento dotato della nuovissima Flyme 5 e quindi quello che state per leggere è “provvisorio”, aggiorneremo l’articolo quando avremo sotto mano il firmware definitivo.

Meizu Pro 5 Recensione
Flyme Os è una skin che va a stravolgere quasi per intero l’esperienza Android stock, tante luci e qualche ombra accompagnano questa interessantissima interfaccia.

Partiamo con le cose belle, Flyme OS è maledettamente leggera nell’uso di tutti i giorni, il telefono, visto anche l’hardware a dir poco stellare, è sempre fluido in qualsiasi operazione, il multitasking lavora molto bene e a parte qualche sporadico problemino con le notifiche, a volte doppie e a volte totalmente assenti, non abbiamo riscontrato Bug clamorosi che ne abbassino il voto finale.

photo_2015-09-17_15-46-13 photo_2015-09-17_15-46-08 photo_2015-09-17_15-45-54
Flyme è altamente personalizzabile grazie ad una galleria di temi integrata, temi scaricabili dallo “store” ufficiale Meizu per tutti i gusti, siamo sicuri al 100% che troverete senza problemi il giusto compromesso fra estetica ed utilizzo proprio grazie a questa caratteristica.

Molto interessante il pulsante centrale chiamato imBack e che permette di controllare totalmente il nostro telefono, sarà infatti lui l’unica interfaccia oltre al touch con cui andremo a confrontarci, una filosofia nuova e particolare alla quale bastano 10 minuti per abituarsi e che ci piace davvero tanto. Un tap sul tasto centrale farà da tasto “indietro” e una pressione equivale al tasto “Home” tenendo invece premuto il tasto bloccherete il terminale, e il multitasking? Niente di più semplice, basterà uno swipe dal basso verso l’alto partendo dalla cornice inferiore di Meizu Pro 5 per far apparire il menù relativo. Il tasto centrale integra anche un sensore biometrico di impronte digitali, fra i più veloci e precisi provati fino ad ora.

Meizu M2 Note Recensione Meizu M2 Note Recensione photo_2015-09-17_15-45-47
Da rivedere totalmente la tastiera, se infatti la digitazione è precisa mancano alcune funzioni ormai di uso comune e la predizione delle parole non è sempre ottimale, un aspetto che a noi personalmente da fastidio e ci fa bocciare questa tastiera che potrebbe essere decisamente meglio visto tutto il resto del sistema.

Nonostante l’estetica del terminale strizzi più di un occhio ad Apple apprezziamo la scelta di Meizu di non voler fare una copia Android di iOS per quanto riguarda la propria Flyme, non troverete infatti praticamente nulla di identico al sistema della Mela avendo invece un esperienza puramente Android con tutti i suoi pro e contro.

photo_2015-09-17_15-46-02 photo_2015-09-17_15-46-04 photo_2015-09-17_15-45-45
Molto ma molto bella la lockscreen, pulitissima e senza troppi fronzoli, scorri in alto e sblocchi, scorri a destra e apri la fotocamera, scorri a sinistra e scegli un app da far partire, più semplice di così si muore!

Multimedia e Fotocamera

Meizu Pro 5 è un autentica macchina da guerra e le sue qualità oltre che sulla potenza bruta arrivano anche nella parte multimediale, il lettore musicale funziona molto bene ed ha un paio di chicche interessanti come il miglioramento dell’audio in cuffia e la ricerca testi integrata, durante la nostra prova non abbiamo mai riscontrato impuntamenti o problemi a digerire qualsiasi file audio anche quelli non compressi, ma come suona questo Meizu Pro 5? La risposta è praticamente scontata ed è assolutamente positiva, sia dalla cassa altoparlante che in cuffia abbiamo trovato un audio pulito e di alto livello.
photo_2015-09-17_15-46-11

Per quanto riguarda la fotocamera abbiamo un unità da ben 21 Megapixel, come da tradizione Meizu siamo ormai abituati a trovare nella versione Pro il miglior sensore Sony disponibile sul mercato, in questo un Sony IMX230 1/2,4 molto ampio rispetto ai soliti sensori 1/3, un sensore capace di riprendere buoni scatti e di mettere a fuoco in maniera praticamente instantanea, il software della fotocamera è infatti però molto scarno e permette davvero poche scelte, non potremo ad esempio scegliere a quanti megapixel scattare una foto e avremo come scelta un generico “Piccolo Medio Grande”, situazione diversa per quanto riguarda i video dove avremo sempre 3 scelte ma che indicano almeno la risoluzione del tutto.
photo_2015-09-17_15-46-20 photo_2015-09-17_15-46-23Meizu Pro 5 Recensione
Le funzioni non mancano, dallo slowmotion alla modalità “bellezza” per i vostri selfie, ci saremmo aspettati qualcosa di più lato funzioni “for fun” ma tutto quello che serve c’è e funziona davvero molto bene.

Vi lasciamo come sempre una galleria di scatti.

Ricezione e Parte telefonica

Se fino ad ora Meizu Pro 5 aveva semplicemente entusiasmato, quando si parla di ricezione ci sentiamo un poco dispiaciuti, se infatti fino ad ora i prodotti Meizu ci avevano sempre stupito in positivo come qualità del segnale Meizu Pro 5 fatica e non poco in certe situazioni. Siamo sicuri che gran parte di questi “cali” siano dovuti ad una cattiva gestione software e siamo pronti ad aggiornare questo articolo non appena avremo modo di provare la Flyme 5.

Meizu Pro 5 RecensioneIn situazioni dove un telefono famoso come il Samsung Galaxy S6 Edge Plus riesce anche a navigare con Meizu Pro 5 abbiamo avuto non poche difficoltà a fare anche una sola telefonata, davvero un peccato.

Impeccabile per il resto la parte telefonica con un software ottimo ed ormai “conosciuto”, un fortissimo audio in capsula e dei microfoni che potremmo definire superiori per qualità e potenza.

Autonomia

Valore altalenante quello che riguarda la batteria di Meizu Pro 5, figlio probabilmente del solito cattivo lavoro di implementazione software, se infatti alcune giornate le chiudiamo con anche 6 ore abbondanti di display acceso alcune faticano ad arrivare a 3, per fare una proporzione fra le 6 e le 3 ore potremmo dare una percentuale 80% per le 6 ore e 20% per le 3 ore, un vero peccato non avere costanza.

Tolti questi piccoli problemi di gioventù siamo pronte a scommettere che la situazione, già ottima ma con qualche vistoso calo, sia destinata a migliorare con le future release software, una nota molto molto felice è la presenza della ricarica veloce, chiamata da Meizu mCharge 2.0 che permette di ricaricare il telefono in poco più di un ora al 100% o per 10 minuti e circa 20%.

Considerazioni Finali

Meizu Pro 5 è stato un trionfo, una gioia da provare ed un vero spettacolo da recensire, un prodotto davvero al Top sotto quasi tutti i punti di vista. Siamo arrabbiati con Meizu per non aver fornito da subito il software definitivo per questo splendido terminale, Meizu Pro 5 è sicuramente il miglior telefono mai fatto da questa promettente azienda Cinese, che tanta strada ha fatto in questi anni.

Meizu Pro 5 UnboxingNon vediamo l’ora di provare Meizu Pro 5 con la Flyme 5 ed il software definitivo, se già ora è definibile il telefono più potente del mondo, chissà dopo cosa sarà in grado di fare!

Meizu ha saputo creare il suo Capolavoro buttando nel calderone il meglio che si potesse trovare sul mercato, a partire dal processore più potente del mondo fino ad arrivare alla fotocamera da 21 Megapixel Sony, il tutto racchiuso in un corpo che è un piacere da toccare e da guardare, difficilmente in questo 2015 troverete un telefono migliore di questo, complimenti vivissimi Meizu.

Se volete POTENZA allo stato puro in un telefono allo stato dell’arte, la parola d’ordine è solo Meizu Pro 5!

Meizu Pro 5 è disponibile nel nostro store nelle colorazioni Silver e Gray

Meizu Pro 5

9.0 Potenza PURA!
  • Display 9
  • Costruzione/Design 8.7
  • Audio 8.6
  • Ricezione 8.2
  • Performance 10
  • Batteria 8.7
  • Multimedia/Fotocamera 9.5
  • Qualità/Prezzo 8.9
  • User Ratings (1 Votes) 9
Share.

About Author

  • Gark121

    ottimo terminale, speriamo che gli update affinino i pochi difetti riscontrati, perchè davvero a livello hw c’è pochissimo da dire se non “complimenti”. complimenti anche al coraggio di puntare su uno schermo FHD, che promette un’ottima autonomia una volta che il software sarà sistemato.

  • Andrea Martone

    ho comprato il meizu pro 5 versione da 4gb/64gb e non mi arrivano le notifiche di whatsapp e delle altre app, come faccio a risolvere questo problema?
    ho gia provato a vedere nel app sicurezza ed e tutto abilitato ma niente, ho anche provato ad aggiornare a flyme 5 ma niente, se potemmi aiutatemi con questo problema.