Meizu M2 “mini” Recensione

3

Meizu, protagonista di questi ultimi giorni grazie all’annuncio del suo nuovo top di gamma Meizu Pro 5, è finita di recente sotto la nostra lente di ingrandimento grazie al suo super telefono di fascia bassa Meizu M2 Note.
Meizu nel frattempo ha dato alla luce anche un altro telefono più piccolo, un fratellino di M2 Note chiamato semplicemente M2 ma chiamato amichevolmente M2 Mini praticamente da tutto il mondo.Meizu M2 Recensione

Leggi anche : Come avere l’Italiano su Meizu M2 mini con Firmware A Cinese

Meizu M2 viene incontro a tutte quelle persone a cui è piaciuto M2 Note ma lo trovano obbiettivamente troppo grosso per un uso comodo di tutti i giorni, M2 Mini non è propriamente un fratello gemello di M2 Note solo più piccolo, qualcosa si “perde” per strada ma nonostante tutto abbiamo a che fare con un telefonino davvero, ma davvero interessante per il prezzo a cui è proposto.

Leggi anche : Meizu M2 Note Recensione

Iniziamo come sempre con una scheda tecnica per avere una panoramica generale di Meizu M2.

Modifica
Meizu M2
Sistema Operativo Flyme 4.5
Android 5.1
Processore Mediatek MT6735 Quad-Core 1.3 GHz
RAM 2 GB
Memoria 16 GB
Display LCD IPS 5″ 1280×720
Fotocamera principale 13 Megapixel Flash Led video Full HD
Fotocamera anteriore 5 Megapixel
Rete Cellulare GPRS, Edge, HSPDA, HSDPA,4G
Connessioni Wi-Fi a,b,g,n, ac
Bluetooth 4.0
GPS, Glonass
Batteria 2500mAh
Dimensioni 140.1 x 68.9 x 8.7 mm
Peso 131 grammi
Prezzo 117€

Unboxing

Similmente al fratellone M2 Note Meizu M2 si presenta in una confezione bianca ed elegante, a differenza di tanti altri prodotti concorrenti Meizu sceglie una confezione “quadrata” rispetto ad una “rettangolare”, molto sottile e con solo il nome del terminale stampato sopra.Meizu M2 RecensioneMeizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione
L’interno della confezione comprende oltre a Meizu M2 anche un caricatore parete, un cavetto di ricarica e dati Usb/Micro Usb e la solita bellissima spilletta firmata Flyme per aprire l’unico vano del telefono dove inserire Sim e Micro SD.

Costruzione e Materiali

Meizu M2 è un telefono molto economico, poco meno di 120€ come prezzo iniziale, ma non per questo è un telefono “cheap”. Basta uno sguardo per capire che a livello costruttivo non c’è nulla da dire, i materiali per quanto plastici e leggeri sono assemblati benissimo, Meizu M2 è proprio bello solido e lo capiamo subito una volta preso fra le mani. Il vano sim è posto sul lato destro e si apre tramite la spilla che troviamo in confezione ed è l’unica apertura del terminale oltre i connettori di ricarica e jack per le cuffie.Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 RecensioneIl nostro Meizu M2 in colorazione bianca è un pochino troppo scivoloso rispetto al fratello M2 Note Grigio, ma come per M2 Note se volete qualcosa che vi dia più sicurezza consigliamo appunto la colorazione grigia che è costruita in plastica opaca rispetto alla plastica liscia delle altre colorazioni.

Lato estetico facciamo lo stesso discorso che abbiamo fatto per Meizu M2 Note, assomiglia molto ad un “vecchio” iPhone e Meizu non fa assolutamente nulla per nasconderlo, ovviamente M2 è molto più piccolo e si impugna benissimo con una sola mano e si usa altrettanto bene allo stesso modo, dopo mesi in cui utilizziamo telefoni da 5.5 pollici tornare a qualcosa di così “piccolo” è stato davvero un piacere.

Dotazione Hardware

Anche lato hardware facciamo lo stesso discorso di M2 Note, nonostante sia praticamente tutto al top per la fascia di prezzo il processore è un poco “al limite”, Meizu poteva sforzarsi un minimo per mettere qualcosa di meglio sopratutto lato GPU, la Mali T720Mp2 è davvero tirata al collo a muovere un pannello in 720p, ma sono piccolezze di persone come noi che amano mettere sotto torchio qualsiasi terminale gli passi per le mani, per onestà intellettuale però ci sentivamo in dovere di dirvelo.Meizu M2 RecensioneMeizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Mediatek MT6735 , uno dei rarissimi Quad-Core di Mediatek, associata solitamente a processori Octa-Core, con una frequenza di clock di 1.3 GHz e dotato di una GPU Mali T720MP2, un processore come detto prima non troppo potente, ma potente quanto basta a Meizu per ottimizzare al meglio il sistema e rendere Meizu M2 veloce nonostante tutto, raramente avrete imputamenti se non durante un utilizzo veramente intensissimo, nell’uso di tutti i giorni e sopratutto nella navigazione internet non crederete di avere in mano un telefono così economico ve lo possiamo assicurare.

Di gran lunga ottimo il resto delle caratteristiche, per un telefono da 120€, che comprendono 2GB di memoria RAM, ottima per chi fa un pesante uso del multitasking, 16 GB di memoria espandibili tramite Micro SD rinunciando però alla funzionalità dual-sim, una fotocamera da 13 Megapixel posteriore e una da 5 Megapixel frontale, un display da 5 pollici HD ed una batteria da 2500mAh.

Display

Niente più IGZO, Meizu ha scelto per il suo piccolo di casa un normale display LCD, subito leggendo la scheda tecnica abbiamo storto un poco il naso ma una volta acceso il telefono ci siamo dovuti subito ricredere. Meizu M2 è dotato di un pannello LCD IPS da 5 Pollici a risoluzione HD(1280 x 720 pixel) ma nonostante sia un “comune” LCD è molto particolare, ricorda davvero molto il bellissimo display IGZO che troviamo sul fratellone M2 Note, calibrazione dei colori molto simile ed un ottima visibilità sotto il sole, luminosità di picco alta e solo qualche piccolo problema legato agli angoli di visione.Meizu M2 RecensioneMeizu M2 Recensione  Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione
Ovviamente la risoluzione minore si sente, sopratutto in applicazioni che sfruttano bene i pixel, e la tecnologia è palesemente diversa se confrontiamo i due terminali fianco a fianco, preso singolarmente però si difende bene e se ricordiamo che stiamo parlando di un terminale maledettamente economico gli si perdona anche qualche difetto.
Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione

Prestazioni e Benchmark

Per riprendere il discorso di prima, non aspettatevi numeri e prestazioni elevate, Meizu M2 è un telefono di fascia bassa e la potenza a disposizione è limitata, per fortuna nell’uso quotidiano e non guardando solamente i numeri si comporta bene, vi proponiamo in ogni caso per completezza i nostri soliti benchmark per vedere, numeri alla mano, cosa è capace di fare Meizu M2.

  • AnTuTu : 24850
  • Geekbench Single-Core : 624
  • Geekbench Multi-Core : 1705
  • Basemark OS : 714
  • Browsermark : 241

photo_2015-09-24_15-14-08 Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione Meizu M2 Recensione

Software e UI

Android 5.1 nella sua ultima incarnazione disponibile e la famosa Flyme, l’interfaccia proprietaria di Meizu, sono il cuore pulsante di Meizu M2. Flyme Os è una skin che va a stravolgere quasi per intero l’esperienza Android stock, tante luci e qualche ombra accompagnano questa interessantissima interfaccia.

Partiamo con le cose belle, Flyme OS è maledettamente leggera nell’uso di tutti i giorni, il telefono nonostante l’hardware non proprio all’ultimo grido è sempre fluido in qualsiasi operazione, il multitasking lavora molto bene e a parte qualche sporadico problemino con le notifiche, a volte doppie e a volte totalmente assenti, non abbiamo riscontrato Bug clamorosi che ne abbassino il voto finale.
Meizu M2 Note Recensione Meizu M2 Note Recensione Meizu M2 Note Recensione
Flyme è altamente personalizzabile grazie ad una galleria di temi integrata, temi scaricabili dallo “store” ufficiale Meizu per tutti i gusti, siamo sicuri al 100% che troverete senza problemi il giusto compromesso fra estetica ed utilizzo proprio grazie a questa caratteristica.

Meizu M2 Note RecensioneMolto interessante il pulsante centrale chiamato i’m back e che permette di controllare totalmente il nostro telefono, sarà infatti lui l’unica interfaccia oltre al touch con cui andremo a confrontarci, una filosofia nuova e particolare alla quale bastano 10 minuti per abituarsi e che ci piace davvero tanto. Un tap sul tasto centrale farà da tasto “indietro” e una pressione equivale al tasto “Home” tenendo invece premuto il tasto bloccherete il terminale, e il multitasking? Niente di più semplice, basterà uno swipe dal basso verso l’alto partendo dalla cornice inferiore di Meizu M2 per far appare il menù relativo.
photo_2015-09-17_15-45-43 photo_2015-09-17_15-45-45 photo_2015-09-17_15-45-47
Da rivedere totalmente la tastiera, se infatti la digitazione è precisa mancano alcune funzioni ormai di uso comune e la predizione delle parole non è sempre ottimale, un aspetto che a noi personalmente da fastidio e ci fa bocciare questa tastiera che potrebbe essere decisamente meglio visto tutto il resto del sistema.

photo_2015-09-20_14-34-15photo_2015-09-17_15-46-02photo_2015-09-17_15-45-54
Nonostante l’estetica del terminali strizzi più di un occhio ad Apple apprezziamo la scelta di Meizu di non voler fare una copia Android di iOS per quanto riguarda la propria Flyme, non troverete infatti praticamente nulla di identico al sistema della Mela avendo invece un esperienza puramente Android con tutti i suoi pro e contro.
photo_2015-09-17_15-46-04 photo_2015-09-17_15-46-08 photo_2015-09-17_15-46-13
Molto ma molto bella la lockscreen, pulitissima e senza troppi fronzoli, scorri in alto e sblocchi, scorri a destra e apri la fotocamera, scorri a sinistra e scegli un app da far partire, più semplice di così si muore!

Multimedia e Fotocamera

Meizu M2, così come il fratellone M2 Note non è propriamente un telefono votato all’intrattenimento, il lettore musicale funziona molto bene ed ha un paio di chicche interessanti come il miglioramento dell’audio in cuffia e la ricerca testi integrata, durante la nostra prova non abbiamo mai riscontrato impuntamenti o problemi a digerire qualsiasi file audio anche quelli non compressi, ma come suona questo Meizu M2? La risposta,stranamente, è meglio di M2 Note infatti M2 si comporta meglio col volume massimo, comunque non altissimo, la cassa inferiore non entusiasma ma nemmeno delude visto il prezzo, la situazione cambia radicalmente in cuffia con un audio pulito e di alto livello, un altro pianeta rispetto alla cassa altoparlante.
photo_2015-09-17_15-46-11

Per quanto riguarda la fotocamera abbiamo un unità da 13 Megapixel capace di riprendere buoni scatti, quì torna in parte la filosofia Apple però, il software della fotocamera è infatti molto scarno e permette davvero poche scelte, non potremo ad esempio scegliere a quanti megapixel scattare una foto e avremo come scelta un generico “Piccolo Medio Grande”, situazione diversa per quanto riguarda i video dove avremo sempre 3 scelte ma che indicano almeno la risoluzione del tutto.
photo_2015-09-17_15-46-25 photo_2015-09-17_15-46-20 photo_2015-09-17_15-46-23
Le funzioni non mancano, dallo slowmotion alla modalità “bellezza” per i vostri selfie, ci saremmo aspettati qualcosa di più lato funzioni “for fun” ma tutto quello che serve c’è e funziona davvero molto bene.

Vi lasciamo come sempre una galleria di scatti.

Ricezione e Parte Telefonica

Meizu si conferma una compagnia seria sotto questo punto di vista, Meizu M2 si comporta bene, lo switch fra le reti è fulmineo e sinceramente non abbiamo molto da dire, con un prezzo di partenza di 120 euro sembra di avere in mano un top di gamma come prestazioni telefoniche, audio in capsula forte e chiaro, molto pulito sia per quanto riguarda noi che l’interlocutore, non ci dilungheremo oltre, Meizu M2 funziona proprio bene come “telefono”.

Autonomia

Una batteria da 2500 mAh sembra abbastanza per questo Meizu M2, il display non troppo grosso, un SOC che consuma relativamente poco e pochi pixel da muovere sono un ottima combinazione, nell’uso però Meizu M2 tende a consumare più di quanto ci si aspetterebbe, compensando però con l’ottimo standby che praticamente non consuma, il mix delle due cose riesce a farci chiudere la giornata senza troppi problemi.
Dovrete comunque sempre stare abbastanza attenti a come usate il telefono, difficile che rimaniate a secco ma non impossibile.

Considerazioni Finali

Meizu c’è riuscita ancora, ha costruito un dispositivo molto economico e allo stesso tempo molto ma molto completo, dovrete solo rinunciare ad un pochino di potenza, averne avuto di più non sarebbe affatto guastato in certe situazioni. Nonostante tutto Meizu M2 è consigliato a chi vuole un muletto economico e poco impegnativo come dimensioni, a chi cerca un buon telefono affidabile e non vuole spendere troppo e a chiunque vorrebbe entrare nel mondo degli smartphone Cinesi senza svenarsi. Non lo consigliamo solo a chi vuole un secondo telefono però visto che Meizu M2 è completissimo sotto tutti gli aspetti e può anche essere un buon primo telefono se non volete la potenza ad ogni costo.photo_2015-09-24_14-54-37photo_2015-09-24_14-54-30 photo_2015-09-24_14-54-32
In ogni caso, per una cifra di circa 120 euro ad oggi pensiamo sia impossibile trovare di meglio, sia nei concorrenti “di marca” che nei concorrenti Cinesi, un telefono così piccolo e versatile non esiste al mondo.

Brava ancora Meizu!

Meizu M2 è acquistabile nel nostro store nelle colorazioni Bianca, Grigia, Rosa e Azzurra ai seguenti link :

Meizu M2 Bianco
Meizu M2 Grigio
Meizu M2 Rosa
Meizu M2 Azzurro

 

Meizu M2

7.9 Non chiamatelo Mini
  • Display 8
  • Costruzione/Design 8
  • Audio 7.8
  • Ricezione 8.3
  • Performance 6.8
  • Batteria 7.8
  • Multimedia 7.8
  • Qualità/prezzo 8.8
  • User Ratings (7 Votes) 3.8
Share.

About Author

  • Antonio Cerboni

    ho visto che i modelli in vendita sono con firmware cinese, o almeno così è scritto nelle specifiche, cosa comporta questo? il telefono è in italiano o c’è solo l’inglese?, ci sono problemi con gli aggiornamenti o con il playstore? o con altri software di google?

    • l’installer di Google è facilmente scaricabile da App Center Meizu. Avendo così a disposizione tutte le Gapps.
      Saluti

  • Gioacchino Cuva

    Sembra il fratello gemello dell'”ulefone paris”…potete fare un confronto tra i due???