La tecnologia Face ID spiegata nel dettaglio prima del lancio di iPhone X

0

Nella giornata di domani, Apple presenterà ufficialmente la nuova generazione di iPhone. Recenti voci hanno affermato che iPhone 8 e iPhone 8 Plus saranno i diretti successori di iPhone 7 e iPhone 7 Plus, mentre l’iPhone del decennale – precedentemente conosciuto come iPhone 8 – si chiamerà semplicemente iPhone X.

Questi nomi sono stati trovati nella Gold Master di iOS 11. In iPhone X, Apple introdurrà una nuova funzione di riconoscimento del volto chiamate Face ID. Il noto analista Ming-Chi Kuo, nella giornata di oggi, spiega il suo funzionamento nel dettaglio. Secondo Kuo, la funzione Face ID funzionerà grazie alla combinazione di alcune componenti, tra i quali un emettitore di luce, un ricevitore, la fotocamera frontale ed un sensore di prossimità. Tutti i sensori necessari per il corretto funzionamento di Face ID saranno presenti nella parte anteriore a forma di U di iPhone X.

Il trasmettitore e il ricevitore di luce raccoglieranno informazioni approfondite sul volta, le quali saranno poi fuse con foto scattata dalla fotocamera frontale, così da ottenere immagini 2D. Un’immagine 3D verrà poi realizzata utilizzando algoritmi software, così da essere confrontata per il riconoscimento facciale. La presenza del sensore di prossimità permetterà agli utenti di conoscere, attraverso un prompt ,se il loro viso è troppo lontano o vicino ad iPhone X per creare l’immagine 3D. I dettagli delle componente hardware di questi sensori sono mostrati nell’immagine a seguire.

L’analista ha poi aggiunto che iPhone X sarà probabilmente disponibile in tre colori: nero, bianco e oro. Tutti questi modelli dovrebbero essere caratterizzati dalla parte frontale in colore nero, così da nascondere i sensori presenti nella cornice superiore del device.

Face ID andrà dunque a sostituire il lettore di impronte digitali TouchID, introdotto per la prima volta su iPhone 5s. Face ID dovrebbe essere compatibile anche con Apple Pay.

 

Share.

About Author