Huawei P9: la recensione

0

Huawei è ormai sinonimo di qualità e Huawei P9 ne è la conferma: uno smartphone bello, potente e con un hardware di tutto rispetto.

Nel mese di febbraio, Huawei e Leica hanno infatti annunciato una partnership strategica di lungo termine. Leica mette dunque nella collaborazione le sue conoscenze acquisite in decenni di esperienza nella ingegnerizzazione e nel design delle ottiche di Huawei P9.

Confezione di vendita

Nella confezione di vendita troviamo un caricabatteria rapido da 2A in uscita, un cavo dati USB / USB Type-C, una cuffia auricolare tradizionale con tasto di risposta ed uno spillino per estrarre il cassettino delle SIM (Dual-SIM con slot ibrido) in formato nano e microSD per espandere i 64 GB di memoria integrata. Nella confezione di vendita è presente anche una cover protettiva semirigida.

Costruzione

Huawei P9 è caratterizzato da un corpo in metallo con un particolare effetto di sabbiatura e bordi smussati. Il display è una unità da 5,2 pollici FullHD, una densità di 423ppi ed una luminosità da 500nits grazie ad una retroilluminazione a 20 LED; il pannello in vetro anteriore ha un particolare trattamento oleofobico che rende davvero piacevole l’utilizzo.

I tasti di navigazione sono sullo schermo. Sul retro – realizzato in metallo con un particolare effetto di sabbiatura – troviamo un inserto in vetro dove sono allocate le due fotocamere, doppio flash LED e sensore per la messa a fuoco laser.

Poco più in basso è presente uno scanner biometrico di nuova generazione che è in grado di rilevare anche la profondità delle impronte digitali, oltre ad offrire numerose azioni selezionabili dall’apposito menù dedicato. Lo speaker è posizionato inferiormente a fianco della porta USB Type-C (supporta la ricarica rapida).

 

Hardware

Huawei P9 è dotato di un SoC Hi Silicon Kirin 955, un octa-core in configurazione big.LITTLE con 4 core cortex a72 da 2,5 GHz e 4 cortex a53 da 1,8 GHz; la GPU è una Mali T880MP4. Kirin 955 è affiancato un coprocessore di movimento i5 che permette di registrare, nell’app proprietaria Benessere, la nostra attività fisica.

Abbiamo poi ben 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno espandibile. La connettività è LTE fino a 300 Mbps; la Wi-Fi è di tipo ac. Non mancano: NFC, Bluetooth 4.2 e il GPS assistito dal GLONASS. Manca invece la radio FM e la porta ad infrarossi.

Fotocamera

Oltre alla costruzione eccellente e un hardware notevole, quello che distingue Huawei P9 dagli altri smartphone non è solo la configurazione con doppia fotocamera (che include un sensore in bianco e nero), ma anche il nome a questa – il noto produttore di fotocamere tedesco, Leica.

La fotocamera standard ha un sensore Sony IMX286 da 12 megapixel con pixel da 1,25µm. Il sensore monocromatico, realizzato in collaborazione con Leica, è sempre 12 megapixel ma riesce a catturare il 300% in più di luminosità ed il 50% di contrasto rispetto al primo. Le lenti sono delle SUMMARIT asferiche da 27 mm con apertura f/2.2 appositamente realizzate da Leica.

L’interfaccia utente, completamente rinnovata, è anch’essa realizzata in collaborazione con Leica. Presenti una serie di filtri ed una modalità de-focus, con la quale si può variare la profondità di campo. Con uno swipe verso destra si accede alle impostazioni mentre, con uno swipe a sinistra, nella sezione modalità, dove troviamo tutta una serie di effetti interessanti. L’HDR funziona abbastanza bene e permettere di aggiungere maggiori dettagli nelle foto scattate in condizioni di poca luminosità.

In sede di recensione abbiamoo notato come, benchè Huawei abbia specificato che i due sensori lavorano in sincro – il processore di immagine dedicato dovrebbe utilizzare i dati catturati dal sensore monocromatico per aggiungere dettaglio e gamma dinamica alla normale fotografia RGB – in realtà queste lavorano in maniera indipendente.

I video vengono registrati a 1080 a 60 fps con una qualità buona ma non ci ha stupito. La fotocamera frontale è una 8 megapixel f/2.4, che si comporta egregiamente.

Tutte le foto che vedete in questa pagina sono state scattate in modalità automatica – per la modalità PRO faremo un focus dedicato a breve.

In conclusione, la fotocamera di Huawei P9 ci ha convinto, ma non raggiunge l’eccellenza. Gli scatti sono più che soddisfacenti, non non è il migliore in circolazione. Purtroppo rimane il dubbio legato al lavoro in sincro delle due fotocamere che, a nostro giudizio, lavorano in maniera totalmente indipendente.

Autonomia

La batteria è una unità da 3000 mAh non removibile che ci ha permesso di arrivare sempre a fine giornata – anche con uso intenso (4G, poco Wi-Fi, GPS sempre attivo, Bluetooth collegato alla Mi Band 2). Presente la ricarica rapida che garantisce, con una ricarica di in 10 minuti, circa 5 ore di conversazione.

La batteria viene completamente ricaricata in circa 110 minuti; con un’ora di ricarica si ricarica dell’80% la batteria. Huawei P9 vede implementati presenti tre piani energetici:

  • Prestazioni: Regola la CPU e l’uso della rete per ottimizzare le prestazioni – giochi e video online;
  • Intelligente: Regola automaticamente CPU e uso della rete per prestazioni bilanciate – uso quotidiano;
  • Ultra: Mantiene disponibili solo le funzioni di base di chiamata e messaggi.

Presente poi anche una modalità che scala la risoluzione del display a 1280 x 720 pixel – affatica meno CPU e GPU – permettendo di guadagnare altra autonomia.

Software

Huawei P9 è basato nativamente su Android 6.0 Marshmallow con interfaccia utente proprietaria EMUI 4.1. Come sulla MIUI (e la maggior parte delle interfacce cinesi) non è presente l’app drawer, con tutte le applicazioni disposte sulle varie home. Grande possibilità di personalizzazione tramite temi.

Presenti anche le classiche gesture con la nocca per effettuare uno screenshot, catturare una porzione del display, registrare lo stesso e avviare determinate applicazione disegnando una lettera. Merita menzione l’app “Gestione telefono”, che consente di ottimizzare il sistema, gestire il traffico dati, le applicazioni, attivare il filtro molestie e un antivirus.

Il sistema risulta sempre fluido, veloce e piacevole da utilizzare; ci ha sorpreso il grande numero di funzionalità “nascoste” nei vari menù. Davvero “smart”.

Conclusioni

Huawei P9 è un top gamma, anche nel prezzo. Parliamo di un ottimo prodotto, completo ed affidabile in ogni campo. Di Huawei P9 abbiamo apprezzato la qualità costruttiva, le ottime prestazioni e il comparto audio. La parte fotografica non ci ha convinto a pieno – potrebbe e dovrebbe essere migliorata con un aggiornamento software. Buono il display, ma non regge il confronto con gli altri top gamma.

Pro

  • Fotocamera
  • Design
  • Costruzione
  • Lettore di impronte digitali “smart”
  • Espansione MicroSD

Conto

  • EMUI non per tutti
  • Mancanza OIS
  • No video in 4K

Pagella

  • Batteria: 8.4
  • Display: 8
  • Camera: 8.5
  • Performance: 9
  • Software: 8.4
  • Design: 9

Voto finale: 8.5

Dove acquistarlo

Huawei P9 è disponibile sul nostro shop nelle versioni 3/32 e 4/64, con 24 mesi di garanzia Italia.

Huawei P9 – Grossoshop.net

Share.

About Author